Sacchi: “Nel mio Milan nessuno giocava per sé”

Sacchi: “Nel mio Milan nessuno giocava per sé”

Arrigo Sacchi, ex allenatore del Milan negli anni Ottanta e Novanta, ha raccontato aneddoti del passato. “Quella volta che tenni fuori Marco van Basten”

di Daniele Triolo, @danieletriolo

ULTIME MILANArrigo Sacchi, ex tecnico del Milan negli anni Ottanta e Novanta, è intervenuto oggi ai microfoni di ‘TMW Radio‘ e sulla squadra rossonera della sua epoca ha dichiarato: “Nessuno di noi aveva mai sognato di diventare la più grande squadra di club di tutti i tempi. Questa è una speranza per tutti, io ero un signor nessuno che amava con passione il calcio e i valori – ha detto Sacchi -. Nel mio Milan nessun giocatore giocava per sé, anche quelli importanti. Trattavo tutti allo stesso modo. Era un gruppo in cui tutti facevano quello che dovevano fare. Il leader di una squadra deve essere il club. Alla terza partita a Cesena lasciai fuori Marco van Basten per far capire a tutta la squadra questo. Volevo mettere un po’ di ordine dopo alcune sue dichiarazioni”. Queste, invece, le ultime notizie di calciomercato sul Milan di oggi, molto molto calde! Continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy