Milan, #3motivi per riprendere Ibrahimovic

Milan, #3motivi per riprendere Ibrahimovic

Tre motivi per riprendere Ibrahimovic: vince quasi sempre scudetto, fa reparto da solo e porta entusiasmo a compagni e tifosi.

di Redazione

Porta entusiasmo

Zlatan Ibrahimovic Milan
Zlatan Ibrahimovic, ex attaccante del Milan (credits: GETTY Images)

I campioni scaldano i cuori dei tifosi, entusiasmano i compagni e contagiano l’ambiente con la loro mentalità vincente. Avere Zlatan in squadra significa tutto questo. La sua dirompente personalità accende lo spogliatoio.In ogni squadra in cui è stato, ha sempre contribuito ad alzare l’asticella di giorno in giorno, portando gli allenatori a volere sempre di più dalla squadra e i compagni ad oltrepassare i propri limiti. Emblematica è la stagione 2011/2012 di Nocerino: spesso assistito dallo svedese, ha segnato 10 gol, suo record personale. Oltre a Nocerino, anche altri calciatori sono cresciuti in modo enorme allenandosi quotidianamente con Ibrahimovic. Si possono ricordare Boateng e Robinho, ma anche lo stesso Thiago Silva, pilastro dell’attuale difesa del PSG e di quella dell’ultimo scudetto rossonero.

Infine, dato non del tutto secondario soprattutto in un periodo storico come questo, Ibra fa vendere le magliette. Centinaia di migliaia di Ibrahimovic 11 sono state vendute nel suo biennio in rossonero. Considerando anche che la prossima estate Honda potrebbe essere ceduto, offrire la sua prestigiosa 10 a un campione come Ibra potrebbe essere una mossa eccellente sia sul versante sportivo che su quello commerciale.

 Federico Graziani

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy