SOCIAL – Sacchi: “Voglio bene ai club dove sono stato, ma il Milan è il Milan”

Arrigo Sacchi, ex tecnico del Milan, ha ricordato ai microfoni del sito web ufficiale rossonero, ‘acmilan.com’, la cavalcata che portò i suoi ragazzi allo Scudetto del 1988, primo dell’era Silvio Berlusconi: “Arrivai e dissi subito: “Il contratto, firmo in bianco. Voi avete coraggio, io devo ripagarlo”. Vincemmo contro l’Inter, vincemmo contro il Napoli. Lì facemmo il salto di qualità. L’avvocato Peppino Prisco, a fine partita, venne da me e disse: “Fosse stato un incontro di boxe, avrei tirato la spugna”. Alessandro Altobelli, durante l’intervallo, disse all’arbitro: “Li conti, perché sono in quindici!”. Noi stavamo benissimo, abbiamo vinto la partita contro il Napoli e poi abbiamo vinto il campionato giocando veramente bene – ha detto Sacchi nel video proposto oggi dalla società meneghina sui propri canali social -. Faccio un esempio blasfemo: Picasso ha amato tutte le sue opere, ma la Guernika forse più delle altre. Ecco, io voglio bene a tutte le squadre dove sono stato. Ma è evidente che il Milan è il Milan”.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy