ZACCHERONI SU MENEZ: “NON DA’ RIFERIMENTI. MI RICORDA TOTTI, MA AL MILAN MANCA UN PERROTTA…”

ZACCHERONI SU MENEZ: “NON DA’ RIFERIMENTI. MI RICORDA TOTTI, MA AL MILAN MANCA UN PERROTTA…”

Menez e Bonaventura (fonte foto: acmilan.com)
Menez e Bonaventura (fonte foto: acmilan.com)
“Credo sia importante rendersi conto che Menez è un giocatore ben diverso dal “falso nove” come lo stanno chiamando adesso”. Così Alberto Zaccheroni alla Gazzetta dello Sport spiega come la posizione di Jeremy Menez vada analizzata e interpretata: “È un finto nove perché non deve dare punti di riferimento agli avversari, però deve crearli per gli ingressi in area dei suoi compagni”. Spunta anche un paragone importante, Zaccheroni sottolinea quale sia la vera lacuna nella manovra del Milan: “Quando Totti si muoveva da finta punta, c’era Perrotta pronto ad infilarsi. Ovviamente questo tipo di combinazione dipende dalle disposizioni che dà l’allenatore, ma è chiaro che qualcuno deve provare a fare il Perrotta della situazione. Altrimenti in area chi c’è? E in questo contesto non si può chiedere allo stesso Menez lucidità sotto porta”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy