VENTURA A SKY: “MERITAVAMO DI VINCERE, IL RIGORE? MEGLIO NON COMMENTARE…”

VENTURA A SKY: “MERITAVAMO DI VINCERE, IL RIGORE? MEGLIO NON COMMENTARE…”

Giampiero Ventura (fonte foto: stopandgoal.net)
Giampiero Ventura (fonte foto: stopandgoal.net)
Oggi il suo Torino ha sfoderato una grande prestazione contro un Milan modesto, ma Giampiero Ventura non sembra essere molto soddisfatto, ecco il suo commento ai microfoni di Sky Sport: “E un pareggio che ci va stretto. Volevamo fare una partita ed in parte l’abbiamo fatta. Il rigore? Alla mia età non mi metto a discutere di queste cose. E’ una partita con molto rammarico si poteva vincere, a parte il rigore non abbiamo mai subito niente. E’ un punto più importante di quanto possa sembrare, questo per noi è un momento particolare tra emergenze, assenze e mercato. Siamo in corsa anche in Europa League e Coppa Italia. Oggi si poteva fare di più, ma stiamo tornando il Torino dello scorso anno, una squadra che lotta, ma che gioca. Oggi se il Milan è uscito dalla sua metà campo è merito del Torino. Con il Milan non siamo molto fortunati, l’anno scorso vincevamo 2-0 poi è successo quello che è successo, quest’oggi un’altro rammarico”. Glik: “Ha già fatto 5 gol, oggi ne ha anche sbagliato uno clamoroso, al di là di tutte queste cose era la squadra che doveva dare una risposta attraverso una crescita di personalità e voglia di giocare, direi che sono contento, anche se dispiace per il risultato. Adesso è come se stesse per iniziare un nuovo campionato per il Torino, finalmente ho visto la voglia di giocare a calcio, prima non si vedeva”. Il momento del Torino: “Ci sono stagioni dove ti riesce tutto, altre dove ti riesce di meno. Pensavo alla partita con il Sassuolo, nono abbiamo subito nulla per 90 minuti, poi abbiamo preso un gol a 3 minuti dalla fine. Sono una buona squadra, ma li hanno cambiato la loro stagione, oggi speriamo che possa essere un momento così per la nostra di stagione. Anche se siamo in emergenza finalmente iniziamo a ritagliarci un piccolo spazio, finalmente la squadra inizia a credere a quello che fa, come negli anni scorsi.Cerci: “Magari a lui è venuta nostalgia del Torino, probabilmente avrebbe preferito giocare, rivederlo fa sempre piacere. Ha le qualità per essere un grandissimo giocatore, ha iniziato un percorso gli auguro di proseguirlo. Credo non abbia ancora fatto vedere tutto, perchè ha delle qualità fuori dal comune, ma vanno abbinate ad un discorso mentale”. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy