UDINESE, STRAMACCIONI E IL POST-MURIEL: L’IDENTIKIT ASSOMIGLIA A UN MILANISTA

UDINESE, STRAMACCIONI E IL POST-MURIEL: L’IDENTIKIT ASSOMIGLIA A UN MILANISTA

Stramaccioni, allenatore dell'Udinese - fonte: tempi.it
Stramaccioni, allenatore dell’Udinese – fonte: tempi.it
Ultima conferenza stampa dell’anno per Andrea Stramaccioni, che ha parlato anche di mercato: “Non è detto che qualcuno parta, anzi. Di solito l’Udinese a gennaio non fa mercato, perchè fa della programmazione il suo punto di forza”.Su Muriel: “Credo in lui e sono sicuro che farà bene, finora è stato sfortunato per via degli infortuni, ma ha la mia stima e quando è sceso in campo ha fatto il suo. A me sembra strano che queste dichiarazioni arrivino sempre quando lontano da Udine. Luis è un giocatore dell’Udinese e in questo momento, in campo, deve stare alle scelte dell’allenatore e, fuori dal terreno di gioco,  a quelle della società”Se parte Muriel: “I miei attaccanti hanno caratteristiche precise e complementari: Thereau è un uomo di raccordo, Di Natale una punta centrale e un uomo d’area, Muriel uno scattista che attacca la profondità e infine Geijo che è una punta strutturata. Ovviamente se uno esce un altro con le stesse caratteristiche deve arrivare..”Che sia Niang?, ci chiediamo noi. Il francese attacca la profondità, ha velocità e può fare sia la seconda punta che l’attaccante esterno. L’identikit combacia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy