TUTTO MIHAJLOVIC: “CENTROCAMPO MALE, MA NON ERAVAMO BROCCHI E NON SIAMO FENOMENI. SU BALOTELLI…”

TUTTO MIHAJLOVIC: “CENTROCAMPO MALE, MA NON ERAVAMO BROCCHI E NON SIAMO FENOMENI. SU BALOTELLI…”

Sinisa Mihajlovic,
Sinisa Mihajlovic (fonte foto: acmilan.com)
Parte male la stagione del Milan: Sinisa Mihajlovic e i suoi ragazzi cadono malamente a Firenze, contro un’ottima Fiorentina schierata da Paulo Sousa. Queste tutte le parole di Mihajlovic rilasciate ieri sera:A Premium Sport: “Sullo 0-0 era equilibrata. Poi l’espulsione e il gol ci hanno tagliato un po’ le gambe. Hanno vinto meritatamente, loro giocano benissimo, in velocità, ma noi ci abbiamo messo del nostro soprattutto a centrocampo. Nei due interni non abbiamo fatto quello che dovevamo fare. Loro hanno meritato, dobbiamo lavorare. Abbiamo cambiato molto rispetto all’anno scorso, ma non dobbiamo farci prendere dall’ansia, la strada è quella giusta, ricordiamo che abbiamo perso con due calci piazzati e in 10. Rigore? Non commento. Balotelli? Sempre le stesse domande, non mi fate queste domande. Non ci siamo incontrati comunque. Dobbiamo lavorare, tutti gli episodi contro, comunque non eravamo fenomeni prima e brocchi ora”.A SkySport: “Abbiamo meritato la sconfitta, non abbiamo fatto ciò che dovevamo. Prima del rosso le occasioni erano pari, poi gli episodi ci sono andati male ed è diventato tutto in salita. La fiorentina gioca bene ed è ancora più difficile. Mancato il carattere? Il carattere non è stato all’altezza, ma sapevo che era complicato oggi. Come non eravamo dei fenomeni prima non siamo dei brocchi ora. Ma non dobbiamo cercar scuse, quando si fanno degli errori si perde la partita. Perciò non commento l’operato dell’arbitro. Balotelli? Cosa c’entra Balotelli? Io parlo della partita e dei miei giocatori. Adriano e Bacca male per colpa loro o del centrocampo? Entrambi. Male il centrocampo, soprattutto come le mezz’ali, poi loro davanti sono riusciti a tenere pochi palloni. Per 35 minuti è stata equilibrata, ma anche in quei 35 minuti dovevamo fare molto meglio. Bonaventura meglio trequartista? Abbiam fatto una preparazione e non si cambia idea dopo una sola partita, dobbiamo trovare più condizione. Sorpreso da Sousa? Il modulo non mi ha sorpreso. Loro giocano con un 4231 falso, che diventa spesso un 343. L’abbiamo preparato.”A Rai Sport: “Il Milan ha giocato contro una gran bella squadra, poi – ovviamente – noi dobbiamo sempre vincere. In parità numerica abbiamo avuto un’occasione a testa, poi chiaramente si è fatto tutto più difficile. Appena dopo abbiamo subito gol e la partita è diventata in salita. La Fiorentina ha un grande possesso palla, con un uomo in più hanno avuto vita facile. Abbiamo perso a centrocampo, ma alla fine sono stati decisivi due calci piazzati. Dietro abbiamo rischiato una sola volta. Non commento le decisioni degli arbitri, ma il fallo di Ely ci stava. Loro non hanno avuto chissà quante occasioni da gol. Potevamo fare meglio, i ragazzi sanno cosa gli ho detto e dove migliorare. Non eravamo fenomeni durante la preparazione e non siamo improvvisamente diventati brocchi. Abbiamo alcune certezze, ma oggi nessuno ha fatto bene. Berlusconi? Le pressioni nel calcio ci sono, anzi mi piacciono. Più ce n’è, meglio è. Al Milan tutti si aspettano di vincere. Puntiamo alla Champions, siamo solo alla prima giornata e non dobbiamo farci prendere dal panico. Ci sono diversi margini di crescita. Balotelli? Non ci siamo sentiti, non so usare i messaggi. Questo è il calcio. Abbiamo avuto episodi sfavorevoli, ma la Fiorentina ha vinto con merito. Mancano 37 partite, dobbiamo essere sereni. Ho altre soluzioni in difesa oltre a Ely, ho 6 centrali. Non importa se è giovane, ha fatto bene e ha meritato di giocare. Distinguo tra bravi e meno bravi, non tra giovani e vecchi e lui è bravo. Facile parlare dopo la partita, ma lui e Romagnoli sono il futuro del Milan. Valuto come giocano il allenamento. Tutti sbagliano. Balotelli? Non ricordo di aver detto che mi piacerebbe allenarlo”.A Milan Channel: “Nei primi 35 minuti è stata una gara equilibrata, ma non abbiamo fatto bene come mi aspettavo. Poi abbiamo perso meritatamente. Dobbiamo lavorare sotto tanti aspetti, abbiamo ancora tanto da fare. Niente ansie però. Abbiamo margini di crescita. Dispiace aver perso, perchè volevo vincere a Firenze. Stiamo calmi, lavoriamo di più, prepariamo bene la prossima partita. Sono importanti tutte le partite. Mi sarebbe piaciuta vedere una gara 11 vs 11. Posso giudicare solo i primi 35 minuti. Poi è stato tutto in salita. Abbiamo preso gol su due palle inattive, abbiamo perso la partita a metàcampo. Ecco tutto. Cerchiamo di rifarci subito“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy