TUTTO INZAGHI: “CON QUESTO ATTEGGIAMENTO POSSIAMO FARCELA. BRAVI I NUOVI”

TUTTO INZAGHI: “CON QUESTO ATTEGGIAMENTO POSSIAMO FARCELA. BRAVI I NUOVI”

Pippo Inzaghi, tecnico rossonero (fonte foto: www.ilgiorno.it)
Pippo Inzaghi, tecnico rossonero (fonte foto: www.ilgiorno.it)
Milan che nonostante la sconfitta pesante può uscire con qualche speranza in più dallo Stadium di Torino. Anche Pippo Inzaghi, intervenuto nel post-partita, ha sottolineato il miglioramento della squadra visto ieri sera a SkySport: “Si io ho fatto i complimenti alla squadra, avevamo tantissimi assenti e oggi i ragazzi sono stati molto bravi. Abbiamo provato a stare alti, ad aggredirli. Con Pazzini abbiamo avuto la palla per pareggiare, dobbiamo migliorare ancora, ma siamo stati aggressivi e mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra, siamo stati aggressivi. Dobbiamo cambiare il trend dei risultati, ma con questo atteggiamento possiamo farcela”.L’allenatore, sempre a SkySport, è poi ritornato sulle parole di Silvio Berlusconi: “Io penso che gli allenatori maturino anche dopo 20 anni di lavoro, io sono convinto delle mie scelte, spero di ritrovare tutta la mia squadra per poter lavorare al completo”.A MediasetPreminum Inzaghi ha inoltre commentato la partita di Paletta e Antonelli, ultimi arrivati tra le fila rossonere:  “I nuovi? Paletta e Antonelli si sono inseriti bene, ho dovuto metterli perchè siamo a corto di giocatori. Hanno una bella personalità e si sono messi a disposizione. L’occasione di Pazzini poteva cambiare la partita. Sull’1-1 stavamo giocando bene, il gol ci ha tagliato le gambe, poi stavamo risalendo e la Juve ha messo il terzo. Però ci sono buoni segnali, chi ha visto la partita ha visto un Milan di personalità, poi battere la Juventus è difficile”.Ai microfoni di RaiSport, Inzaghi ha risposto ad una domanda spinosa circa il suo futuro: “Montella al mio posto? Non ho bisogno di motivazioni in più, so di essere l’allenatore del Milan e so pure che se le cose non vanno bene è giusto essere messo in discussione. Dal canto mio, spero presto di portare il Milan ad un certo livello ma non si possono fare miracoli”.Il tecnico rossonero continua con un commento su Alessio Cerci in conferenza stampa: “Abbiamo giocato 4-4-2 sugli esterni avevamo Muntari e Cerci visto che Bonaventura non era in condizione di giocare dall’inizio. Cerci sta dando tutto quello che ha, penso che stasera abbia dato tanto e corso tantissimo, non era una partita facile. In ogni partita poi Alessio migliorerà le sue condizioni”.Infine una parole a MilanChannel sui prossimi appuntamenti: “Adesso dobbiamo recuperare tanti infortunati ora abbiamo due partite in casa e siamo obbligati a vincere perché da lì dobbiamo ripartire”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy