TRA UN COLPO DI MERCATO E L’ALTRO, NASCE UFFICIALMENTE IL NUOVO MILAN TARGATO MIHAJLOVIC

TRA UN COLPO DI MERCATO E L’ALTRO, NASCE UFFICIALMENTE IL NUOVO MILAN TARGATO MIHAJLOVIC

Commenta per primo!

Federica Di Bartolomeo (fonte foto: pianetamilan.it)
Federica Di Bartolomeo (fonte foto: pianetamilan.it)
Non poteva esserci battesimo migliore per Sinisa Mihajlovic, due colpi in una sera sola alla vigilia della sua presentazione. Che Milan esagerato, un mercato così non si vedeva dall’estate 2010 quando arrivarono Robinho e Ibrahimovic, a distanza di pochi giorni l’uno dall’altro. E campagna acquisti non fu più centrata, il Milan infatti conquistò lo scudetto n. 18. I due arrivarono sul fotofinish del mercato, quest’anno invece la società rossonera si è mossa in fretta per accontentare il nuovo tecnico che aveva chiesto di avere i rinforzi subito a disposizione. E quindi Bertolacci, Bacca e Luiz Adriano un centrocampista e due attaccanti già alle prime battute di mercato, ma il Milan non accenna a fermarsi si parla addirittura di un terzo colpo per il reparto offensivo. Ibrahimovic è stato più volte accostato al Milan e ora che il Psg ha dato il via libera alla sua cessione la società rossonera gli strizza l’occhio. Non chiamiamolo fantamercato perché la possibilità che lo svedese sia il colpo a effetto dell’ultima ora è davvero concreta. E i tifosi sognano già il suo ritorno: Ibrahimovic 2.0 un fuoriclasse che piace al presidente e a Mihajlovic che lo ritiene fondamentale per dare quel tocco di cattiveria che alla squadra negli ultimi anni è mancato. Per comprare, però, bisogna anche vendere, soprattutto lì davanti dove sono in dieci a contendersi due o tre posti da titolare nel 4-3-1-2 di Mihajlovic. In uscita quindi potrebbero esserci anche quelli definiti incedibili come El Shaarawy e Menez soprattutto in caso di arrivo di Ibrahimovic, oltre a Suso, Cerci e Matri di cui si sta valutando la situazione. La società rossonera ha già speso buona parte del suo tesoretto e punta a monetizzare per investire in nuovi giocatori. Sicuramente il reparto da monitorare è la difesa, spiccano i nomi di Romagnoli e Laporte, ma il sogno si chiama Hummels, centrale classe ’88 capitano del Borussia Dortmund. Mihajlovic ha dato le sue indicazioni: forte, mancino e in grado di fare reparto da solo, Romagnoli pupillo del serbo anche nella Sampdoria si avvicina a questo identikit, ma la Roma chiede una cifra troppo alta. Il Milan potrebbeusare proprio El Shaarawy come pedina di scambio, ma sono solo supposizioni, ad ora non è stata avanzata nessuna offerta concreta. E mentre Galliani studia la sua nuova mossa, si ufficializza la nascita del “nuovo Milan”, l’obiettivo della stagione? “Incutere timore e rispetto negli avversari che ci affrontano”, parola di Mihajlovic.Federica Di Bartolomeo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy