TASSOTTI A MC: “MILAN, AMORE VERO. ROMAGNOLI, ACQUISTO DA FARE. SU DE SCIGLIO…”

TASSOTTI A MC: “MILAN, AMORE VERO. ROMAGNOLI, ACQUISTO DA FARE. SU DE SCIGLIO…”

Mauro Tassotti (fonte foto: sport.leonardo.it)
Mauro Tassotti (fonte foto: sport.leonardo.it)
Mauro Tassotti, nuovo osservatore dei giocatori in prestito e storico vice-allenatore rossonero, ha rilasciato alcune dichiarazioni al canale rossonero Milan Channel. Ecco quanto dichiarato.Sul Milan: “Sono 35 anni che sono qua. Quest’anno ci sono stati cambiamenti, come doveva succedere prima o poi. Sono stato fortunato a partecipare allo staff tecnico così a lungo, anche con tecnici alla prima volta in panchina, come l’ultimo anno con Inzaghi. Sono contento di aiutare ancora il Milan, anche facendo qualcosa di diverso.”Sulla conferma sempre ottenuta da ogni allenatore: “Rimane nell’ordine delle cose. Ora che c’è un nuovo allenatore, il tecnico ha fatto le sue scelte. Per me non c’è problema”.Sul raduno, a cui è stato assente: “Un po’ mi è mancato, ho letto il meno possibile. Ho provato ad estraniarmi, comunque solitamente non mi emoziono facilmente”.Sul nuovo compito: “Ho trovato in fretta l’accordo con Galliani, sono serviti giusto due incontri. Mi ha spiegato tutto, io ho riflettuto un po’ di giorni, quindi ho deciso. Sono carico, spero di controllare bene i giocatori e non fare come Darmian, che era nostro ed ora è sulla bocca di tutti. Dovremo limitare gli errori”.Sui giocatori e la loro personalità: “I nuovi acquisti sono ottimi inserimenti, bisognerà poi vedere come si adattano alla squadra. Romagnoli ad esempio è un giocatore importante, il costo eccessivo è relativo: se mantiene le promesse anche a 15/20 milioni può essere un buon acquisto. Se continua in questa sua crescita e il Milan lo comprasse, si assicurerebbe un centrale affidabile per diversi anni”.Su De Sciglio: “Gli infortuni sono stati il nemico peggiore. Penso che a destra possa agire meglio, a sinistra deve impostare il piede – non essendo mancino naturale – e quindi impiega più tempo per il cross. So però che a destra c’è già Abate. Mattia ha le qualità e le caratteristiche per tornare ai livelli di un tempo. Ha avuto lo stesso crollo di El Shaarawy…”.Sulle possibile offerte verso di lui: “Ho parlato con qualche amico allenatore, tutto qui. Non ci sono state vere offerte perchè avevo ancora un contratto con il Milan e ero legato ai colori rossoneri”.Sulla carenza di buoni difensori italiani: “Penso sia un caso, è questione di cicli. Anche le squadre italiane dovevano andare male in Europa, poi 3 erano in semifinale continentale. Il calciomercato delle italiane aiuterà per tornare a buoni livelli”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy