SACCHI RICORDA GULLIT: “CHE SIPARIETTO CON BERLUSCONI…”

SACCHI RICORDA GULLIT: “CHE SIPARIETTO CON BERLUSCONI…”

Gullit e Maradona (fonte foto: www.flickr.com)
Gullit e Maradona (fonte foto: www.flickr.com)
“Il simbolo del mio Milan fu senz’altro Gullit. Aveva una potenza fisica straordinaria, un grande carisma e per i compagni era un vero trascinatore. Quando partiva lui, con la criniera al vento, era come se squillasse la tromba dell’assalto”. Parla cosi Arrigo Sacchi, ex allenatore rossonero, ai microfoni del Quotidiano Sportivo.Il simbolo della sua squadra, Ruud Gullit, però, aveva un solo problema: la passione per le donne. Ed ecco che Sacchi ricorda un simpatico siparietto con il patron milanista: “Una volta rispose per le rime a Berlusconi che chiedeva trenta giorni di astinenza in vista della finale di Coppa dei Campioni: ‘Dottore, io con le palle piene non riesco a correre’. Certo, qualche lavata di capo se l’è presa dal sottoscritto, ma ne ha fatto tesoro”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy