REPUBBLICA- VECCHIONI: “DERBY? ADESSO E’ DIVENTATO UNA PARTITA COME ALTRE. INZAGHI E’ UN GENIO”

REPUBBLICA- VECCHIONI: “DERBY? ADESSO E’ DIVENTATO UNA PARTITA COME ALTRE. INZAGHI E’ UN GENIO”

libreriabonanzinga.it
libreriabonanzinga.it
“A me piaceva l’atmosfera di festa che c’era nei derby, mi piaceva sapere che a Torino, a Roma, a Napoli avrebbero guardato in tv quel derby preoccupati per la classifica. Adesso per il resto d’Italia è una partita come un’altra. Conta solo per noi tifosi, e battere il Milan rimane un piacere immenso, ho un sacco di amici milanisti e godrei nel vederli schiumare”. Così Roberto Vecchioni, tifoso intervista, per La Repubblica in edicola oggi ha detto la sua sul derby che andrà in scena domenica sera. Differenze tra interisti e milanisti? “Noi siamo tragici, loro lirici -continua Vecchioni-. Per noi un pareggio è un dramma, loro sorridevano beati anche in serie B. Ma anche questa vigilia illustra bene la differenza: Inzaghi è un genio e Mazzarri un asino, ma c’è solo punto di scarto tra Milan e Inter”. Infine una previsione sul match che sarà: “Un pareggio con tanti gol, 2-2 oppure 3-3, perché le difese sono quel che sono, noi e loro. Una partita dura, nervosa, spigolosa, che nessuno vuole perdere ma forse nessuno oserà abbastanza per vincere. Se una lucina può spuntare, dalla nostra parte, si chiama Palacio. È il più intelligente e utile. Icardi e Osvaldo mi dicono poco. Ranocchia sta migliorando. Questa Inter ha un difetto di fondo, appena incassa un colpo va al tappeto e non si rialza più. Anche il Milan è fragile di temperamento, ma meno di noi. La Juve è all’opposto, lotta sempre, quel che porta a casa se lo merita tutto. Molti allenatori della Juve mi sono stati antipatici, ma sulla forza della squadra c’è poco da dire”. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy