PRES. EMPOLI: “INZAGHI CI STA METTENDO TANTA PASSIONE. E’ STATO LUI A BLOCCARE LA CESSIONE DI SAPONARA”

PRES. EMPOLI: “INZAGHI CI STA METTENDO TANTA PASSIONE. E’ STATO LUI A BLOCCARE LA CESSIONE DI SAPONARA”

Il presidente dell'Empoli, Fabrizio Corsi (Fonte foto: archivio.gonews.it)
Il presidente dell’Empoli, Fabrizio Corsi (Fonte foto: archivio.gonews.it)
Il presidente dell’Empoli, Fabrizio Corsi, ha parlato ai microfoni di tuttomercatoweb.com della sfida di stasera tra la sua squadra e il Milan, e del mancato arrivo di Saponara:Soddisfatti di quanto fatto fin adesso? “Dobbiamo lavorare. E magari provare ad essere un po’ più concreti, anche se il calcio insegna che magari produci tante azioni e poi prendi gol. Ma generalmente una buona prestazione dà come conseguenza un buon risultato”.La partita contro il Milan a cui è rimasto più legato? “Era l’Empoli di Spalletti, ricordo l’1-1. E poi ancora l’esordio di Kakà, una partita perfetta persa per la papera del nostro portiere. Ma…”.Ma? “Preferisco ricordare le nostre vittorie a San Siro. E il gol di Saudati…”.Allenatori debuttanti in serie A: Inzaghi contro Sarri… “Non mi affascina la carriera di Inzaghi da allenatore, ma ci sta mettendo ardore e passione. Faranno parlare di loro sia il mio allenatore che Inzaghi. Ci vorrà del tempo affinché il Milan cresca. Mi ricorda Conte. Sarri è un passionista maniacale che vive di calcio giorno e notte, finalmente con sofferenza  ha raggiunto la serie A e ora lavora giorno e notte e se la gode….”.Nel Milan c’è Saponara. Sarebbe potuto tornare da voi… “Il Milan ha dato disponibilità, poi ha fatto i suoi conti e ci ha detto che serviva ad Inzaghi. Ma sono contento di Verdi e Zieliski. Ci vuole pazienza, non sono giocatori pronti ma ci pensa il nostro allenatore a farli crescere”.Ok presidente, adesso una promessa: se batte il Milan? Non ci voglio pensare… Devo pensare positivo, che possiamo farcela. Ma nel mio ruolo è importante il comportamento dopo la gara e anche dopo un’eventuale giornata negativa. Dovrò essere adeguato alle esigenze della nostra squadra, senza esaltarmi. Alla mia squadra devo portare dei vantaggi e mai svantaggi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy