POLI A MC: “C’E’ VOGLIA DI RIVALSA, LAVORIAMO PER ARRIVARE IN ALTO”

POLI A MC: “C’E’ VOGLIA DI RIVALSA, LAVORIAMO PER ARRIVARE IN ALTO”

Andrea Poli, centrocampista del Milan e della Nazionale (fonte foto: www.nanopress.it)
Andrea Poli, centrocampista del Milan e della Nazionale (fonte foto: www.nanopress.it)
Intervistato in esclusiva da Milan Channel al termine dell’allenamento odierno, Andrea Poli ha parlato di tantissimi argomenti, ad iniziare dalla stagione del Milan, queste le sue parole: “I complimenti fanno piacere. Noi cerchiamo sempre di dare il massimo, da qui alla fine del campionato. Speriamo di levarci soddisfazioni, ottenendo l’obiettivo prefissato a inizio stagione. Tutto questo passa solo attraverso il lavoro. Con impegno, lavoro e voglia possiamo fare tutto. Contro la Fiorentina sarà già una gara fondamentale”. Sui compiti dei centrocampisti: “Il centrocampista deve fare gol. Ci sono andato vicino, ma arrivare lucido li non è semplice. Voglio comunque migliorare in questo fondamentale. E’ un aspetto che posso migliorare.”La stagione del Milan e le motivazioni del gruppo: “Lo spirito è positivo. Dopo una stagione come l’anno scorso deve essere così. Arriviamo da un annata molto negativa, ma c’è voglia di rivalsa e di fare bene. Si vede credo. Lo spirito ci accompagnerà durante quest’annato. Vogliamo continuare così. Ora ci attende una gara fondamentale contro una rivale molto forte. Da affrontare con la giusta determinazione e che ci dirà molto su di noi.”Muntari: “Sulley è un ragazzo molto positivo, come tanti altri miei compagni. Scherzano con me, come con tanti altri”.La Nazionale: “Io sono una persona che parla poco di se, cercherò sempre di fare il meglio per il Milan.  Rimanere nel giro della Nazionale è un obiettivo a cui ambisco. E’ un onore e che ho sempre vestito sin dalle giovanili. E’ molto importante e le prime partite con il Ct Conte sono state positive. E’ un tecnico preparato ed è un piacere far parte di questo gruppo.”Abate e Honda, i compagni sulla fascia destra: “Tra noi ci troviamo bene. Giochiamo molto assieme e chiaramente le affinità aumentino. La manovra può essere fluida dall’abitudine. Possiamo fare ancora meglio, perchè non ci possiamo e dobbiamo accontentare”.Il dramma di Genova: “Sono stati attimi di paura a Genova e ci sentiamo vicini alle persone colpite da questa tragedia. Ringrazio chi ha lavorato per sistemare tutto. I cittadini genovesi hanno fatto un gran lavoro. Sono dispiaciuto: quando vedo quelle immagini è un dolore. Siamo vicini alle persone”.Gattuso: “Ho conosciuto Gattuso: grande giocatore e grande uomo. E’ un paragone che mi lusinga. Lui ha fatto grandi cose, ma ora tocca noi cercare di fare qualcosa di importante:” 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy