PM – BERLUSCONI HA DECISO, IL MILAN SARA’ CINESE. DATE E DETTAGLI DELL’ACCORDO

PM – BERLUSCONI HA DECISO, IL MILAN SARA’ CINESE. DATE E DETTAGLI DELL’ACCORDO

Silvio Berlusconi (fonte foto: www.ilrestodelcarlino.it)
Silvio Berlusconi (fonte foto: www.ilrestodelcarlino.it)
Silvio Berlusconi ha deciso: il suo Milan parlerà cinese. L’offerta di Bee Taechaubol è buona, ma il soggetto non convince a pieno il presidente rossonero, fortemente determinato a rilanciare la squadra sul tetto del Mondo. Per farlo, come va dicendo da tempo, c’è bisogno di soldi, tanti soldi. E subito.La sua idea, quindi, è di focalizzarsi sull’offerta cinese, quella che secondo lui dà più ampie garanzie, anche per la rassicurante presenza del Governo della Repubblica popolare. La possibilità di stringere poi altri accordi commerciali con la Cina (vedi l’espansione di Fininvest a Oriente) completa il quadro.Malgrado quindi fonti interne a Mediaset ancora ci dicano che Berlusconi sia combattuto e tentato dalla prospettiva di rilanciare in prima persona la squadra, l’ipotesi più concreta è un’altra. Come dimostrano anche i continui richiami ad ‘aiuti di Stato’, su modello del Qatar con il PSG.Berlusconi, infatti, da quanto ci risulta, avrebbe già delineato tutto con i cinesi: quote societarie, ingresso progressivo, mercato, presidenza e staff societario. Ecco il perché di questo attivismo recente, a bocce ancora (apparentemente) ferme. Manca però solo un tassello, fondamentale: lo stadio. Il business relativo a un impianto di proprietà ingolosisce molto la cordata cinese (specie il Wanda Group, recente acquisitore anche di Infront), che sta attendendo l’ok di Fondazione Fiera.Una decisione definitiva dovrebbe arrivare l’8 giugno. Il consiglio direttivo si riunirà e metterà la parola fine alla questione. Il Milan è in pole, anche se deve sciogliere il nodo relativo allo spazio adiacente a quello che sarà il nuovo stadio rossonero (al momento è di proprietà della Citroen e non sono stati ancora presi accordi). Varie componenti, però, anche politiche, stanno spingendo verso un sì che farebbe felici tutti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy