MILAN, VOGLIA DI RISCATTO: CON ANCELOTTI PER RIPARTIRE

MILAN, VOGLIA DI RISCATTO: CON ANCELOTTI PER RIPARTIRE

Chiara De Luca (fonte foto pianetamilan.it)
Chiara De Luca (fonte foto pianetamilan.it)
Sono passati esattamente 10 anni da quando il Milan disputò una delle finali più rocambolesche e dolorose della sua storia. Era il 25 maggio 2005 ad Istambul , finale di Uefa Champions League: Milan – Liverpool. La partita che tutti i tifosi vorrebbero dimenticare: avvio bruciante per il Milan con il gol di Maldini e la doppietta di Crespo. Fine primo tempo, i rossoneri vanno in spogliatoio con un punteggio di 3-0. Nella ripresa il blackout di 7 minuti e la partita si porta sul 3 a 3, fin che ai rigori il Milan si vede sfuggire dalle mani la settima coppa dei campioni: un rimpianto e una ferita ancora aperta a distanza di anni.Ricordare questa partita, ad oggi, non può che richiamare il discorso societario riguardante colui che era, allora, l’allenatore della squadra: Carlo Ancelotti. Il ritorno del tecnico che oltre alla Champions persa nel 2005 ha vinto la Champions nel 2003 e nel 2007, sembrava un’utopia fino a pochi giorni fa, fino a quando il presidente  Berlusconi non ha dichiarato: “Se il Real Madrid libera Ancelotti, torna al Milan”. Dall’altra parte, tuttavia, ci sono le dichiarazioni dello stesso allenatore: “Se non allenerò il Real Madrid, mi prenderò un anno sabbatico”. Nel Mezzo, infine, c’è Galliani che oggi stesso è partito per tentare di convincere l’allenatore merengues a ritornare a Milanello.  L’impresa tentata dall’ad rossonero è molto problematica, tuttavia proprio questa sera  Perez esonera Carlo Ancelotti liberandolo dal contratto con il Real madrid.Una cosa è cera, c’è voglia di riscatto a Milanello, visti i risultati negativi di questa stagione: Berlusconi, la società e il Milan vogliono ritornare a competere sia in Italia che in Europa. E Ancelotti racchiuderebbe a pieno questa aspirazione, perché il suo ritorno implicherebbe un impegno economico maggiore della società: più soldi da mettere a disposizione per una discreta campagna acquisti. Per quest’ultima sembra che già qualcosa cominci a bollire in pentola, dal momento che Galliani dopo aver annunciato il suo viaggio in Spagna, ha chiarito che la partenza non è finalizzata soltanto ad Ancellotti, riferendosi probabilmente a possibili nuovo acquisti.  Carte ancora coperte che saranno svelate, si spera, a breve.Voglia di riscatto, dunque, che sembra (paradossalmente) già essere apparsa in campo. Non solo per la vittoria di ieri contro il Torino, ma soprattutto per la prestazione più ‘’in campo’’ della squadra e di El sharawy, che dal febbraio 2013 ieri è tornato finalmente di nuovo al gol a San Siro, con una magnifica doppietta.Chiara De Luca

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy