MILAN-VERONA, LE PAGELLE: MUNTARI PESSIMO, MEXES PROTAGONISTA

MILAN-VERONA, LE PAGELLE: MUNTARI PESSIMO, MEXES PROTAGONISTA

Philippe Mexes, difensore centrale rossonero (fonte foto: www.goal.com)
Philippe Mexes, difensore centrale rossonero (fonte foto: www.goal.com)
Diego Lopez 6 Non vive la sua solita serata. Controlla dove può, viene graziato dalla traversa nell’occasione del tiro da fuori di Tachsidis e nel finale non riesce ad evitare il pasticcio di Bocchetti e Mexes.Bonera 5.5 Come tanti suoi compagni rischia diverse volte, come quando è sufficiente nel rincorrere la palla e viene falciato dall’intervento duro di Halfredson. Non collabora nella fase offensiva.Paletta 5.5 In difficoltà, non riesce quasi mai ad imporsi. Fatica a spingere in avanti, nella retroguardia si limita a controllare.Mexes 6.5 Fa tutto lui. Provoca il rigore con cui Menez pareggia, poi segna un gol rocambolesco. Infine, rischia diverse volte e pecca con l’errore che vale il pareggio gialloblù.Antonelli 6 Partita abbastanza sottotono per l’ex Genoa, fin qui molto concreto dall’arrivo a Milano. Non spinge in fase offensiva, ma si fa trovare pronto dietro.Muntari 4.5 Uno dei peggiori in campo. In fase offensiva sbaglia molti passaggi nella costruzione del gioco e nell’impostazione. I suoi tiri finiscono a metri di distanza dalla porta, mentre in fase difensiva sembra giocare più con l’Hellas che coi rossoneri.Bonaventura 6.5 Come Antonelli, ci si aspetta di più. Fatica a dettare i propri ritmi, cerca qualche giocata raffinata ma è avulso dalla manovra. Rimane comunque uno dei migliori.Cerci 5.5 Altra bocciatura per l’ex Toro, che non supera nemmeno l’esame Verona. Pare isolato all’interno della formazione rossonera, e l’ingresso di Honda al suo posto è inevitabile (Honda 5.5 Astratto e poco incisivo, non è quello di inizio stagione).Menez 5 Nel bene e nel male il Milan è lui. La fiamma l’accende sempre, dal dischetto non fallisce, ma poi pecca in sufficienza sotto porta e raramente serve i compagni. (Destro SV).Pazzini 5.5 Ci mette cuore e anima, ma non bastano. In un Milan che gioca ben poco per le punte centrali, fatica a farsi trovare in mezzo all’area (Bocchetti 4.5: entra giusto per causare l’errore del pareggio veneto).Inzaghi 5 Nel secondo tempo paga la mancata gavetta. Prendere gol dopo aver messo un difensore per un attaccante spiega la situazione di questo Milan.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy