MILAN, UNA DIFESA DA RINFORZARE, MA QUANTO COSTANO I DIFENSORI!

MILAN, UNA DIFESA DA RINFORZARE, MA QUANTO COSTANO I DIFENSORI!

Federica Di Bartolomeo
Federica Di Bartolomeo (fonte foto: pianetamilan.it)
Aeroporto di Malpensa preso d’assalto, prima Luiz Adriano, poi Bacca. Finalmente tutti i nuovi acquisti a disposizione di Mihajlovic. Si lavora per tornare competitivi, per creare un gruppo forte e coeso, ma sono davvero tanti i problemi da risolvere. Le tre amichevoli giocate dal Milan, di cui solo l’ultima di un certo livello contro il Lione hanno evidenziato le solite carenze che la squadra si porta dietro già da diverse stagioni. Da rivedere la difesa e questo si sapeva, ma ad ora non si fa nulla per migliorare. Galliani in una recente intervista ha persino dichiarato che il reparto è al completo. Escludiamo le fasce che effettivamente non hanno bisogno di ulteriori ritocchi, il problema vero sono i centrali: via Rami, confermato Mexes per un altro anno, gli altri invece ancora tutti in forse.Alex e Zapata sono stati persino inseriti nella lista dei partenti. Restano quindi Paletta, Zaccardo che all’occorrenza può ricoprire anche il ruolo di centrale e i giovani, come Ely e Albertazzi probabilmente promettenti ma con troppo poca esperienza per essere considerati titolari. Al Milan manca quindi un centrale di sostanza, uno di quelli in grado di fare reparto da solo. Si parla di Romagnoli come obiettivo numero uno, un pallino del nuovo allenatore per cui la società è disposta a sborsare 25 milioni, più tre di bonus stando alle ultime notizie di mercato. Ma effettivamente Romagnoli potrebbe risollevare la difesa rossonera? Analizzando l’operazione di mercato, nonostante il folle prezzo di cartellino imposto da Sabatini, la spesa potrebbe anche essere vantaggiosa.Il Milan infatti non darebbe al giocatore un ingaggio superiore ai 2 milioni, la cifra si aggirerebbe intorno al milione e mezzo, cosa che invece non sarebbe possibile con un giocatore che gode già di una certa fama. Ma la Roma non sembra intenzionata a cedere e quindi la società di via Aldo Rossi deve guardare anche altrove. Qualcuno aveva persino azzardato il ritorno di Thiago Silva, pista accantonata. Non è da escludere che l’ex n.33 rossonero possa tornare a Milano, ma non prima che finisca a parametro zero come è stato per il connazionale Alex. I rossoneri hanno quindi avanzato un’offerta allo Zenit per l’argentino Ezequiel Garay, sul piatto la stessa cifra proposta alla Roma per Romagnoli. Ma questi 25 milioni sembrano destinati a non essere investiti, anche per i russi, infatti, il valore del proprio difensore sotto contratto fino al 2019 è molto più alto. La trattativa, però, è stata avviata bisogna solo sperare che dal fronte russo si lascino convincere.@FedericaDB22

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy