MILAN, SITUAZIONE DISPERATA: IN RITIRO LA RESA DEI CONTI

MILAN, SITUAZIONE DISPERATA: IN RITIRO LA RESA DEI CONTI

Van Ginkel e Inzaghi discutono (gazzetta.it)
Van Ginkel e Inzaghi discutono (gazzetta.it)
Ritorno all’antico. La squadra non va? E allora tutti in ritiro!Sembrano queste la parole di mister Inzaghi dopo il pesante ko di Udine, partita che ha decretato la quasi definitiva uscita del Milan dalla lotta all’Europa e il conseguente fallimento di tutti gli obiettivi stagionali.TRE GIORNI POSSONO BASTARE? – Un ritiro lampo, o forse no. A tempo indeterminato. Il gruppo sembra essersi ribellato al suo comandante, tutti contro tutti, tutti a dare le colpe agli altri, l’allenatore ai giocatori, i giocatori all’allenatore. Storie di ordinaria follia. Di mezzo c’è una maglia, un nome, o un brand come va di moda chiamarlo adesso, ma di più c’è una storia in ballo. E questa del ritiro sembra essere proprio l’ultima carta, disperata più che altro, perchè onestamente tre giorni sembrano davvero pochi per ricostruire quello che non si è riuscito a mettere su in dieci lunghi mesi.NAPOLI E UDINESE COME ESEMPIO – Precedenti recenti sulla bontà e sull’utilità del ritiro ce ne sono: Napoli e Udinese ultimamente hanno tratto giovamento dall’allenarsi e vivere costantemente insieme. Ma c’era un futuro per cui lottare, degli obiettivi concreti a cui aggrapparsi e raggiungere. Cioè proprio quello che più di metà della rosa del Milan (compreso l’allenatore) non ha. Tutti invece sembrano aspettare la fine della stagione come una salvezza, come la fine di tutti i mali. Magari aspettando che il cinese o il thailandese di turno faccia il passo decisivo per acquistare la società.LE ULTIME SEI GARE – La speranza di mister Inzaghi è quella di vincere le ultime gare di campionato per chiudere a testa alta una stagione troppo travagliata. Ma le squadre che il Milan dovrà affrontare da qui al termine non sono proprio abbordabilissime. Mercoledì ci sarà subito il Genoa, in uno scontro diretto da vincere assolutamente: peccato che i liguri siano in un’ottimo stato di forma e non verranno a San Siro a fare la gita. La gara successiva si affronterà il Napoli al San Paolo, con i ragazzi di Benitez in piena lotta per il secondo posto e con un’ottima serie positiva di risultati e di gioco. Poi in casa ci saranno Roma e Torino, in trasferta Sassuolo e Atalanta, note bestie nere del club di Via Aldo Rossi.FUTURO APPESO AD UN FILO – Quello che il futuro ci riserva è sempre difficile da decifrare, e sappiamo che nel calcio le cose possono cambiare in fretta. Ma il futuro del Milan è davvero appeso ad un filo: si spera che questa sia la settimana decisiva e della svolta, sia in campo che fuori. Perchè è la maglia che lo chiede, è la storia del Milan che non deve essere tradita. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy