MILAN, SETTE GIOCATORI IN SCADENZA. LA SITUAZIONE

MILAN, SETTE GIOCATORI IN SCADENZA. LA SITUAZIONE

Fonte foto: tuttosport.com
Fonte foto: tuttosport.com
E’ tempo di (eventuali) rinnovi in casa Milan. I giocatori in scadenza nel giugno 2015 sono infatti sette: Abbiati, De Jong, Mexes, Essien, Bonera, Abate, Pazzini. Vediamo posizione per posizione:ABBIATI: Persa la titolarità della porta, a 37 anni, Abbiati è destinato a lasciare il Milan a fine stagione. Diego Lopez sarà il portiere titolare, Agazzi il secondo. Uno tra Gabriel e Gori il terzo. Salvo rinforzi in questa zona del campo, ovviamente. Le possibilità di rinnovo sono bassissime.BONERA: accettato il ruolo di terzino destro, come pare, Bonera è destinato a rimanere un altro anno, come alternativa ad Abate.MEXES: dalla tribuna alla panchina, fino al campo e la fascia di capitano. E’ in formissima e ha un rendimento Top. Vuole restare, ha il Milan nel cuore, ma guadagna tanto, più di tutti. Per cui o si dimezza lo stipendio (a 2 milioni) o non restaABATE: fuori dal progetto di Seedorf, Abate si è ripreso considerazione e maglia da titolare con Inzaghi. Il giocatore vorrebbe un ritocco sull’ingaggio, la società è meno propensa, ma le parti si cercano e si vogliono. Facilissimo che resti.ESSIEN: Seppur in crescita rispetto al passato, il ghanese resta pur sempre una riserva sul viale del tramonto. Guadagna tanto (3 milioni) e non ha un rendimento da Top Player, per cui la posizione è parecchio in bilico, specie con le nuove regole che vogliono una rosa ridotta a 25 giocatori e con più giovani. Al momento l’ipotesi più accreditata è che le parti si separino a fine anno.DE JONG: le parti sono d’accordo nel continuare insieme, il problema è la durata del nuovo contratto e il suo peso economico. L’olandese chiede tre anni e ritocco all’insu, il Milan propone un biennale, senza grandi salti in  avanti. Molto dipenderà anche dal piazzamento a fine stagione della squadra. Se sarà Champions, resterà.PAZZINI: Gioca poco, ma con l’addio di Torres potrebbe avere più spazio. O quantomeno il ruolo di prima riserva assicurato. Resta da capire cosa vuole fare: se accettare questo ruolo e uno scarso minutaggio, o andare altrove a sparare le ultime cartucce di un carriera che, a 30 anni, può regalare ancora molte gioie. La situazione è molto incerta. Ad oggi, è possibile che rinnovi per poi valutare la situazione a fine stagione. Così, anche il Milan sarebbe tutelato da un suo possibile addio a parametro zero. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy