Milan-Sassuolo, l’analisi della formazione di Iachini

Milan-Sassuolo, l’analisi della formazione di Iachini

Il sito del Milan, come di consueto, ha analizzato il Sassuolo, prossimo avversario della squadra di Gennaro Gattuso. Ecco i pregi e i difetti dei neroverdi

di Redazione

fonte: acmilan.com

Non inganni la posizione in classifica, il Sassuolo è in piena zona salvezza ma ha un buon margine (+5) dalla terzultima, guadagnato soprattutto in questo mese. I neroverdi non perdono da quattro partite consecutive: da fine febbraio in poi una vittoria e tre pareggi, compresi quelli contro Napoli e Chievo (doppio 1-1). Proprio il punto del Bentegodi, mercoledì, è stato di grande valore perché conquistato in trasferta, allo scadere e in uno scontro diretto. La formazione allenata da Iachini venderà cara la pelle dando tutto: analizziamola nei dettagli con l’aiuto di Maurizio Ganz.

ULTIMA SFIDA A SAN SIRO
Una partita, un film. A ottobre 2016 il Milan vinse in rimonta una gara emozionante e pazzesca: ottima partenza per il gol di Bonaventura, poi l’1-1 immediato di Politano e in avvio di ripresa il sorprendente ribaltone 1-3 del Sassuolo con Acerbi e Pellegrini. I rossoneri, però, ebbero la forza e il cuore di reagire e colpire senza sosta in soli 8′: dal rigore di Bacca alla prodezza – mancino all’incrocio – di Locatelli, fino all’incornata di Paletta al 77′ che inchiodò il 4-3 a San Siro.

TREND NEROVERDE
Il Sassuolo arriva alla sfida di Milano reduce da una vittoria, tre pareggi e una sconfitta nelle ultime cinque sfide. La squadra di Iachini è invischiata nella zona retrocessione ed è a caccia di punti preziosi per consolidare la sua permanenza in Serie A. A livello di numeri, le difficoltà della stagione emergono con prepotenza: sono solo 20, ad esempio, i gol per il Sassuolo nelle prime 30 gare. Nei cinque maggiori campionati europei, solo il Malaga (17 gol) in questa stagione ha segnato meno degli emiliani. Altro dato negativo: i neroverdi non hanno mai ribaltato la partita nelle 19 occasioni in cui si è trovato in svantaggio (quattro pareggi e ben 15 sconfitte).

MODULO
3-5-2: è questo lo schieramento tattico scelto da Beppe Iachini negli ultimi due incontri con Napoli e Chievo. In porta c’è Consigli, con la linea a 3 composta da Peluso, Acerbi e Goldaniga. Sugli esterni spazio a Rogerio e Lirola, mentre la mediana è un perfetto mix di esperienza e gioventù: la prima rappresentata da Missiroli; la seconda da Sensi e Mazzitelli. Davanti, ecco il ballottaggio: due tra Babacar, Berardi e Politano partiranno dal primo minuto. Andiamo a sentire il parere di Ganz sulla formazione emiliana.

ATTENZIONE A…
Bestia nera. Domenico Berardi ha segnato otto gol in sette presenze contro il Milan in Serie A, almeno due in più che contro ogni altra squadra. Berardi ha però realizzato una sola rete nelle ultime 18 presenze in campionato, a gennaio in casa contro il Torino.

Khouma Babacar è la punta che garantisce fisicità al reparto avanzato. Ha affrontato cinque volte il Milan in Serie A senza mai trovare il gol: solo contro il Napoli ha disputato più partite di campionato (sei) senza riuscire a segnare.

Matteo Politano è il giocatore più in forma del momento. Alcuni numeri certificano il tutto: con 4 assist, infatti, è il miglior rifinitore neroverde; 4 sono anche i gol realizzati sui 20 tiri totali nello specchio (entrambi sono record).

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

LIVE PM – Milan-Sassuolo, le ultime da San Siro

Donnarumma e il Sassuolo: con i neroverdi il debutto in Serie A

Bonaventura, con il Sassuolo l’unica espulsione in carriera

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy