MILAN-PALERMO, TUTTO INZAGHI: “SERATA STORTA, E’ COLPA MIA , DOBBIAMO RIPARTIRE SUBITO”

MILAN-PALERMO, TUTTO INZAGHI: “SERATA STORTA, E’ COLPA MIA , DOBBIAMO RIPARTIRE SUBITO”

Filippo Inzaghi a Milanello (fonte foto: www.fourfourtwo.com)
Filippo Inzaghi a Milanello (fonte foto: www.fourfourtwo.com)
Dopo la brutta sconfitta della sua squadra Filippo Inzaghi ha commentato così la prestazione dei suoi ragazzi ai microfoni di Sky Sport: “Serata da incubo? No questo è il calcio. Ieri avevo detto che dovevamo fare attenzione. Non siamo nemmeno partiti malissimo, se avessimo segnato all’inizio con l’occasione di Poli magari parlavamo di un’altra partita. Per crescere servono anche partite così, ma credo che la squadra abbia dato tutto. Faccio mea culpa per questa sconfitta di cui sono il responsabile principale. Adesso torneremo a lavorare immediatamente, ci aspetta una partita difficile a Genova e non vediamo l’ora di ripartire. Il Milan in altre occasioni ha fatto bene, io so bene da dove siamo partiti e l’ho ribadito tante volte, facciamo i complimenti al Palermo che oggi ha vinto con merito, mi spiace per i tifosi che sono qui. Quando siamo andati in svantaggio l’abbiamo pagata, ho cercato con i cambi di cambiare sistema, ho messo tutti gli attaccanti che avevo. Forse abbiamo subito la terza partita in sette giorni, vedremo cosa fare con calma, adesso a caldo è facile dare colpe a tutti. Purtroppo siamo scivolati indietro con questa prestazione, purtroppo il calcio è così, fortunatamente però domenica avremo la possibilità di vincere e tornare nella posizione di classifica giusta. Honda? Ha sempre giocato nelle 3 partite, metterlo anche nei 3 mediani a rincorrere mi sembrava troppo. Speravo che con El Shaarawy e Menez sugli esterni a saltare l’uomo qualcosa potesse cambiare”.L’allenatore del Milan a Mediaset Premium ha ribadito: “Purtroppo l’infortunio di Alex ci ha tagliato le gambe, Zapata non si era neanche riscaldato. Complessivamente il Palermo ha meritato, peccato per il colpo di testa di Torres. Una gara così purtroppo può capitare, ora dobbiamo migliorare, siamo in fase di costruzione, loro hanno meritato, non bisogna trovare colpevoli. Non mi ero mai illuso, veniamo da un ottavo posto in campionato. Noi dobbiamo guardare alla crescita, dato che stasera abbiamo fatto un passo indietro, ma abbiamo bisogno di tempo per la continuità e non guardiamo al terzo posto. Black out dell’attacco? No, di tutti non solo dell’attacco, ora dobbiamo reagire. Facciamo fatica a trovare le nostre giocate, è stata una giornata storta, ora dobbiamo rialzare la testa e ripartire. L’anno scorso questa squadra non aveva fatto bene, veniva da un ottavo posto, ora dovrò lavorare molto sull’autostima”. Filippo Inzaghi ha parlato anche ai microfoni di Rai Sport, elogiando la squadra di Iachini:“Sappiamo che dobbiamo crescere ancora. Dispiace aver perso, ma il Palermo è stato più bravo di noi, complimenti alla squadra di Iachini”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy