MILAN, MERCATO NON-STOP: SI SOGNA IL PROSSIMO GRANDE COLPO

MILAN, MERCATO NON-STOP: SI SOGNA IL PROSSIMO GRANDE COLPO

Federica Di Bartolomeo
Federica Di Bartolomeo (fonte foto: pianetamilan.it)
Due attaccanti, un centrocampista e finalmente un difensore: una campagna acquisti da 83 milioni per il Milan e non é detto che non ne vengano spesi ancora, anzi sull’agenda di Galliani ci sono altre due questioni in sospeso una con lo Zenit e una con Raiola. Spese pazze per cifre che non si vedevano da un po’ di tempo. Tutti dentro e pochi fuori, per ora a fare le valigie sono stati solo Rami ed El Shaarawy. Nessun altro addio imminente, dopo l’infortunio di Niang, persino Il nome di Cerci che figurava in cima alla lista partenti é stato cancellato. Si parlava di un possibile ritorno a Firenze per l’ex granata, ma i piani dei rossoneri hanno avuto un’inversione di rotta. Nelle prime uscite il n. 22 non ha deluso e Mihajlovic ha pensato di tenerlo per sfruttarne la poliedricità inserendolo nel suo 4-3-1-2 in cui può adattarsi sia come seconda punta che sulla trequarti.La maglia da titolare non é garantita, la concorrenza nel reparto avanzato è alta e lo sarebbe ancora di più in caso di arrivo di Ibrahimovic con Mihajlovic però mai dire mai. Il serbo segue la regola del gioca chi è nella condizione migliore e che ti chiami Eto’o e sei stato voluto fortemente dal presidente passa in secondo piano, Ferrero me sa qualcosa. Con l’acquisto di Romagnoli il Milan sta prendendo sempre più forma, ora servirebbe un tocco di maggiore qualità a centrocampo. Axel Witsel? Piace e anche tanto, ma la cifra chiesta dai russi è davvero esagerata. Alla squadra però servirebbe davvero qualcuno che riesca a dare il giusto peso al centro a supporto di De Jong. Il nuovo arrivato Bertolacci per il momento ha deluso le aspettative, per quello dimostrato nella scorsa stagione in rossoblu si pensava potesse essere lui il nuovo regista della squadra, figura che al Milan manca dall’addio di Pirlo, ma se il metro di paragone é proprio Andrea Pirlo, difficile non restar delusi. Tempo al tempo comunque, le qualità ci sono tutte sará solo una questione di timidezza iniziale.Difficile però togliere dalla testa di Galliani il nome di Witsel soprattutto perché se sulle tracce del belga c’è anche la Juventus, ci sará un motivo. Anche nel 2012 il fiuto bianconero non si sbagliava su Pogba, pensare che Galliani poteva prenderlo a zero ma poi gli preferì Niang, consegnando nella mani della Signora una gallina dalle uova d’oro. Questa volta é diverso, il giocatore ha già la fama di talento, per questo ha anche un costo non indifferente. 35milioni potrebbero essere un buon investimento se si considera il suo potenziale valore, ma non é da escludere che il centrocampista possa rivelarsi al contrario un flop, anche Quaresma ad esempio arrivò all’Inter in pompa magna pubblicizzato da Mourinho alla modica cifra di 25 milioni, per poi finire nell’album dei “bidoni” in men che non si dica. Ma cerchiamo di non essere pessimisti, le carte in regola le ha tutte: buona tecnica, abile in fase di recupero e in fase offensiva, ma la cosa che più interessa al Milan é la sua capacitá di organizzare il gioco, per molti il punto di forza di Witsel, insomma un vero e proprio punto di riferimento sia per chi gli sta davanti che per chi gli sta dietro. Che dire proprio quello che il Milan sta cercando.Federica Di Bartolomeo @FedericaDB22

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy