MILAN-JUVE, I COMMENTI DI RAMI&ZAPATA: “DIETRO TROPPO CHIUSI, DOBBIAMO LAVORARE ANCORA MOLTO”

MILAN-JUVE, I COMMENTI DI RAMI&ZAPATA: “DIETRO TROPPO CHIUSI, DOBBIAMO LAVORARE ANCORA MOLTO”

Adil Rami (fonte foto: www.melty.it)
Adil Rami (fonte foto: www.melty.it)
Chiamati in causa viste le defezioni di Alex e Bonera, Zapata e Rami hanno risposto bene, con una prestazione a lunghi tratti positivi. Ciò non è però bastata, ecco qui allora un riassunto delle dichiarazioni dei due centrali dopo la sconfitta di ieri sera:RAMI Il centrale francese fa mea culpa, ma si sente pronto e carico, come dichiarato a MC: “Siamo all’inzio della stagione, questo risultato dimostra che dobbiamo lavorare di più. Loro sono una buona squadra, con Tevez e Llorente per noi era difficile. Fisicamente era molto difficile. Penso che siamo una famiglia, i tifosi hanno capito che giochiamo con il cuore e loro quando lo facciamo sono sempre con noi. Io e Zapata abbiamo dimostrato che possiamo giocarcela, ma abbiamo tanto rispetto di mister Inzaghi e delle sue scelte, noi ci faremo sempre trovare pronti”.Lo sguardo è già all’Empoli, martedì, come rivelato a MP: “Per fortuna possiamo riscattarci già martedì. Abbiamo giocato sin troppo bassi, ripartire da dietro era difficile. Dobbiamo lavorare maggiormente”.ZAPATA Anche l’ex Udinese si sente responsabile e accusa la difesa troppo bassa a Sky: “Dispiace per la sconfitta, ma siamo stati troppo bassi per tutta la partita. Loro invece hanno attaccato tutta la partita e sappiamo che possono sempre farti un gol. Io Titolare? Ho tanta voglia di fare bene quest’anno, voglio continuare così. La mia posizione in campo? A me piace giocare un po’ più in alto essendo giocatore veloce mi piace stare più alto e giocare quasi sempre uno contro uno”.Come il compagno di reparto, anche il colombiano pensa già alla sfida contro l’Empoli, come dichiarato a MC: “Siamo un po’ tristi, ma siamo all’inizio e martedì abbiamo una gara importante contro l’Empoli. Vogliamo riscattarci, c’è ancora tutto un campionato davanti. Bisogna guardare avanti. Sicuramente oggi non abbiamo fatto quello che dovevamo fare. Con Rami mi capisco molto bene in campo ed è molto importante. Con Armero è un amico eccezionale e sono contento che sia qui”. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy