MILAN, IL FUTURO DICE ANCELOTTI

MILAN, IL FUTURO DICE ANCELOTTI

Federica Di Bartolomeo (fonte foto: pianetamilan.it)
Federica Di Bartolomeo (fonte foto: pianetamilan.it)
La stagione ormai è volta al termine, per fortuna, si potrebbe giustamente aggiungere, eppure a inizio campionato il Milan aveva sorpreso con un gioco frizzante e offensivo. Poi i risultati negativi hanno iniziato a susseguirsi uno dietro l’altro, poche le parentesi positive o comunque inutili, perché lì davanti avevano tutti una marcia in più.Il peggior Milan degli ultimi anni, con Inzaghi sempre sulla graticola. Si sperava di chiudere quantomeno dignitosamente una stagione così imperfetta puntando alle tre vittorie finali. C’era ottimismo dopo il colpo contro la Roma a San Siro e invece è arrivata anche la sconfitta a Reggio Emilia, non una novità se si considera che il Sassuolo aveva già messo in difficoltà il Milan altre volte.Inutile rimuginare sulle occasioni perse o mancate, quello che è fatto è fatto e persino le prossime due partite contano poco quanto nulla. Testa quindi già al futuro, il diktat? Creare una squadra competitiva per il prossimo anno. Gli obiettivi? Ancora troppo presto prefissarli, ma quanto meno si cercherà di tornare in Europa, Champions League si intende.  L’intero ambiente rossonero è insoddisfatto, non è più ammissibile ripetere gli errori commessi in questa stagione.In cima alla lista delle questioni da affrontare c’è la scelta dell’allenatore, ma tutto dipenderà molto da chi avrà voce in capitolo nella decisione finale. Sembra che nelle prossime settimane la società di via Aldo Rossi, finalmente, aprirà ai capitali stranieri, dopo le elezioni regionali di fine maggio infatti dovrebbe sbloccarsi qualcosa.  A Berlusconi il rilancio del Milan sta particolarmente a cuore, anche se questo vorrebbe dire rinunciare a esso. Per ora, però, non vuole cedere la maggioranza, ma non è facile trovare qualcuno pronto a investire e disposto ad accettare tale condizione. Bee ha fatto la sua mossa, tocca a Berlusconi, però, far chiarezza una volta per tutte, si continuano comunque a cercare altri investitori.Tornando alla questione allenatore, se Galliani dice che “Inzaghi ha un contratto fino all’anno prossimo, andremo ad esaminare le cose”, bisogna pur capire che lo fa per non agitare ulteriormente le acque. Pippo è ai titoli di coda questo è poco ma sicuro, il Milan dovrebbe solo sperare in una separazione consensuale per evitare di pagare un altro stipendio a vuoto. Per l’ex bomber una piazza meno impegnativa e soprattutto meno chiacchierata, sarebbe una buona occasione per crescere.Ma intanto in casa Milan si sogna in grande: la missione è quella di riportare Ancelotti in Italia, sembra ci sia già stata una telefonata di Berlusconi per convincerlo. Da Madrid tutto lascia presagire che il colpo si possa fare, il tecnico di Reggiolo dopo essersi fatto soffiare la Liga dal Barcellona e la finale di Champions dalla Juve, non è più tanto sicuro del proprio futuro, la stessa stampa spagnola sta confermando le voci. Ma se davvero così fosse, basterà Ancelotti per rinverdire i fasti del Milan?Federica Di BartolomeoTWITTER: FedericaDB22

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy