MILAN, FUNZIONA LA COOPERATIVA DEL GOL

MILAN, FUNZIONA LA COOPERATIVA DEL GOL

Commenta per primo!

De Jong, Abate e Torres (fonte: zimbio.com)
De Jong, Abate e Torres (fonte: zimbio.com)
Lo scorso anno il Milan si aggrappava sempre a Mario Balotelli. Era il numero 45 l’unica opzione offensiva cui affidarsi. Con Inzaghi le cose sono cambiate. Non solo perché Balo non c’è più, ma perché se c’è una cosa che funziona nel Milan di Pippo, è la fase offensiva. Una sorta di cooperativa del gol: lo scorso anno Balotelli realizzò 18 reti stagionali, Kakà 9, ed erano i migliori realizzatori. Quest’anno i gol si stanno dividendo equamente: 3 a testa per Honda e Menez, 1 per Fernando Torres e Giacomo Bonaventura; El Shaarawy è rimasto a secco, ma si è reso utile con giocate altrettanto importanti. La spalmatura dei gol si è vista anche in pre campionato, nel quale sono andati a segno il Faraone, Niang, Pazzini, Menez, Honda e Balotelli.Un attacco, come scrive la Gazzetta dello Sport in edicola oggi, che è costretto a coprire gli errori della difesa. Un Milan che con Torres gioca meglio con il 4-2-3-1, senza lo spagnolo ma con Menez prima punta con il 4-3-3. Una cosa è certa: la qualità degli interpreti là davanti è altissima.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy