MILAN, CHI C’E’ DIETRO RICHARD LEE? GLI INDIZI

MILAN, CHI C’E’ DIETRO RICHARD LEE? GLI INDIZI

forzaitalianfootball.com
forzaitalianfootball.com
C’è chi vede Bee Taechaubol in pole position per il Milan, chi invece Richard Lee pronto alla zampata vincente. Chi la spunterà, la cordata thailandese o quella cinese? La corsa a due sarà uno sprint di pochi mesi, a fine maggio/inizio giugno tutto dovrà essere deciso.Intanto, a fine mese dovrebbero finire le due diligence delle due cordate, che a quel punto avranno chiara la situazione contabile del Milan. Poi, ci sarà la decisione di Fondazione Fiera sullo stadio. Quindi, il cda del club rossonero, dove l’argomento potrebbe essere toccato. Insomma, l’ora della verità sta arrivando.A proposito di verità: ma chi c’è dietro Richard Lee? Se lo stanno chiedendo tutti, ma di risposte ce ne sono poche per ora. Il personaggio è di livello, e non da oggi, ma di certo non così facoltoso da potersi permettere un investimento da un miliardo di euro. E’ chiaro quindi che Richard Lee, come anche Bee Taechaubol, sia un catalizzatore di investimenti e non un magnate facoltoso.Nel caso di Mr Bee ci sono più uomini d’affari: qualcuno thailandese, altri di Singapore e Hong Kong. Nel caso di Richard Lee invece…Mister X. L’incognita non cela però necessariamente un pacco, una sòla, come si dice a Roma. Anzi. Lee si è dimostrato sempre serio e preciso, la sua reputazione è praticamente immacolata.A lui hanno accostato prima Jianlin Wang,  imprenditore cinese, presidente della Dalian Wanda Group (la più grande impresa immobiliare della Cina), azionista dell’Atletico Madrid e fresco numero uno di Infront.Poi Poe Qui Ying Wangsuo, 35 anni, alias Mr Pink, dal nome della sua bevanda al ginseng che spopola negli Usa e pare molto apprezzata dai divi di Hollywood.Infine Zong Qinghou, fondatore, presidente e direttore generale della Hangzhou Wahaha Group, la più grande azienda di bevande in Cina, tra cui la Future Cola. Mr. Zong è segnalato come l’86esimo uomo più ricco del mondo con un patrimonio di 11,6 miliardi di dollari. Il che lo renderebbe un bel colpo per il Milan.Tra questi, chi sarebbe Mister X? Il quesito rimane aperto, come dicevamo, anche se qualche indizio porta ad escludere Jianlin Wang e Zong Qinghou. Il primo ha ironizzato pubblicamente sul reale valore del Milan (‘Un miliardo? Non sono così stupido’, il senso delle sue dichiarazioni), mentre il secondo ha smentito seccamente un qualsiasi interessamento per il mondo del pallone (“E se anche fosse, prenderei una squadra cinese”, ha spiegato).Detto che le smentite, in questi casi, sono di rito, l’unico che rimane in piena corsa, senza smentite o ulteriori rettifiche è proprio Mr Pink, guarda caso immortalato a Villa Gernetto con un Silvio Berlusconi intento a firmare delle carte. In quell’occasione c’era presente anche Richard Lee. Entrambi immortalati in diverse foto, incautamente pubblicate da Monica Gabor, modella e compagna di Mr Pink, con a margine questo commento: «Complimenti a Mr Pink che è diventato azionista di maggioranza del Milan». Fininvest allora smentì. Oggi chissà.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy