MILAN, CERCI SEMPRE FUORI FORMA. POSSIBILE?

MILAN, CERCI SEMPRE FUORI FORMA. POSSIBILE?

Commenta per primo!

Cerci, in azione contro il Sassulo - fonte: acmilan.com
Cerci, in azione contro il Sassulo – fonte: acmilan.com
“Alessio l’ho voluto io.” Queste le parole di Pippo Inzaghi dopo l’arrivo di Cerci al Milan. Presentato come un uomo fondamentale per la squadra rossonera, adesso sembra essere messo da parte e lo spazio riservatogli diventa sempre meno.Otto presenze per lui fin qui ma negli ultimi 2 match è subentrato solo a partita in corso, giocando circa 15 minuti contro l’Empoli e contro  il Cesena addirittura é entrato solo all’86’ suscitando qualche malumore palesato dalla fidanzata del calciatore.Il nuovo modulo sperimentato da Inzaghi sicuramente toglierà sempre più spazio all’ex Atletico, il tridente d’attacco del 4-3-1-2 sembra ormai confermato: Bonaventura, Menez Destro. Difficilmente l’allenatore rinuncerà a uno di questi 3 in favore di Cerci vista anche la grande prestazione di Jack e Menez contro i bianconeri.Inzaghi ripete sempre che Alessio ancora non sia in uno stato di forma eccezionale e questo in parte é vero perché ha dovuto saltare la preparazione estiva per infortunio. E pure, quando é stato schierato titolare, ha sempre fatto il suo, di certo non il Cerci straripante del Torino di Ventura ma è sembrato in condizione e capace di reggere per 90 minuti, collezionando 2 assist vincenti per i compagni contro Sassuolo e Juventus. Nulla di eccezionale, la forma non è ancora smagliante anche se a volte alcune sue accelerazioni hanno dato l’impressione di un buono stato di forma. Si può migliorare solo giocando, Inzaghi deve capirlo se non vuole perdere il giocatore dal talento e dalla qualità come Cerci. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy