MIHAJLOVIC A SKY: “SALVO SOLO IL RISULTATO. SQUADRA SENZA CORAGGIO, DEVO LAVORARE”

MIHAJLOVIC A SKY: “SALVO SOLO IL RISULTATO. SQUADRA SENZA CORAGGIO, DEVO LAVORARE”

Sinisa Mihajlovic, tecnico rossonero (fonte foto: acmilan.com)
Esordio con vittoria a San Siro per Sinisa Mihajlovic che oggi ha commentato così la prestazione del Milan ai microfoni del Milan: “Salvo solo il risultato, abbiamo fatto abbastanza bene fino al primo gol, poi è stato buio totale. Non ho visto differenza rispetto all’anno scorso a parte questi due attaccanti che hanno fatto gol. Mi rendo conto che c’è da lavorare tanto, soprattutto sulla testa, durante la settimana facciamo bene, prepariamo bene le cose, ma poi in campo le cose vanno così. Oggi i due attaccanti hanno fatto tantissimo movimento, ma non hanno avuto neanche una palla. Penso che la squadra abbia molta paura, bisogna lavorare sulla testa, così non possiamo andare avanti”.Sul centrocampo: “Davanti siamo bravi e forti, ma se non arrivano i palloni…abbiamo fatto due gol perchè li hanno inventati i due giocatori. Dietro mancava filtro a centrocampo e quando abbiamo avuto la palla non abbiamo giocato in mezzo al campo, abbiamo solo cercato passaggi semplici che non portano da nessuna parte. Penso che il lavoro più importante e che dovrò fare e che sto facendo è sulla testa, pensavo di essere ad un buon punto fino a oggi, ma non so. L’unica differenza con lo scorso anno è che quest’anno ci sono dei grandi attaccanti che hanno segnato, altrimenti questa partita si perdeva”.Sul trequartista: “Noi abbiamo fatto giocare sempre Honda e Suso li, poi lo so che Jack può fare benissimo quel ruolo, sicuramente è una buona soluzione per noi, oggi lo ha dimostrato, comunque dipenderà sempre dalla partita”.L’atteggiamento della squadra: “Quest’anno stiamo cercando il modo di giocare e di affrontare le partite, di prendere gli avversari più alti. Servono pazienza e tempo, io pazienza ce l’ho, tempo sicuramente no. Quindi bisogna cercare di fare le cose più in fretta, non pressiamo alti e non difendiamo bene, siamo sempre a metà strada, mancano coraggio e personalità è tutta questione di testa. Dobbiamo cercare di divertirci, non pensare a quello che può succedere se prendi gol, se il pubblico ti fischia, comunque la responsabilità me la prendo io perchè è il mio lavoro riportare fiducia e coraggio a tutta questa squadra”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy