MERCATO MILAN, IPOTESI SOLDADO: I PRO E CONTRO

MERCATO MILAN, IPOTESI SOLDADO: I PRO E CONTRO

Soldado, obiettivo rossonero - fonte: milanonerazzurra.it
Soldado, obiettivo rossonero – fonte: milanonerazzurra.it
Roberto Soldado è un nome sempre caldo in casa Milan, da almeno un paio di stagioni a questa parte. Ceduto Torres e con Pazzini in scadenza, il Milan vorrebbe un centravanti vecchio stampo per dare profondità alla rosa e la punta del Tottenham potrebbe venire utile in tal senso. Ecco i Pro e i Contro dell’operazione per cui Galliani e Joorabchian hanno gettato le basi qualche giorno fa:I PRO – E’ un giocatore d’esperienza internazionale, con un bel bagaglio tecnico e un curriculum folto, avendo giocato sia in Spagna che in Inghilterra. Ha sempre giocato in squadre importanti, dal Real Madrid al Valencia passando, in ultimo, per il Tottenham. I 210 gol in 452 presenze totali dimostrano la sua freddezza sottoporta e la sua continuità di rendimento, oltre che all’adattabilità da un campionato all’altro. In questo senso, è una certezza. Agli Spurs è chiuso e il Milan potrebbe essere il suo ultimo trampolino di lancio, le motivazioni sarebbero alte. In più, garantirebbe al Milan un centravanti ‘vero’, di ruolo, sempre utile in partite più chiuse e bloccate. E i termini dell’operazione (prestito) potrebbero essere vantaggiosiCONTRO – Ha 29 anni e non sta giocando nel Tottenham, buona squadra – per carità – ma nemmeno irresistibile. in più la sua media realizzativa sta subendo una frenata importante e preoccupante. Da sempre accompagnato da una buona considerazione internazionale, non è mai riuscito a sfondare fino in fondo, mancando sempre la svolta decisiva. Inoltre guadagna tanto e su di lui rimangono due interrogativi: è veramente più forte di Pazzini? E poi: accetterebbe la panchina al Milan? Al Tottenham scalpita per giocare e non accetta un ruolo da riserva. A Milano sarebbe diverso?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy