MENEZ: “BLANC NON MI CONSIDERAVA, INZAGHI CREDE IN ME E SONO CRESCIUTO TANTO”

MENEZ: “BLANC NON MI CONSIDERAVA, INZAGHI CREDE IN ME E SONO CRESCIUTO TANTO”

Jeremy Menez, attaccante del Milan (Fonte: www.espnfc.com)
Jeremy Menez, attaccante del Milan (Fonte: www.espnfc.com)
Domenica sera, con una doppietta, Jeremy Menez è stato ancora una volta decisivo ed è lui la nota più lieta della stagione rossonera. Il francese, dopo un periodo difficile a Parigi si è rilanciato con il Milan. Un’ascesa che lo stesso Jeremy ha spiegato così ai microfoni di RMC Sport: “Al Milan sto bene, sono felice perché sto facendo un buon lavoro. Fino ad oggi sono stato in club importanti come Monaco, Roma e Psg, ho avuto una bella carriera, ma qui al Milan sono cresciuto e maturato. In carriera ho avuto una certa etichetta, ma oltre sbagliare ho anche imparato molto, ovunque abbia giocato. Sono sempre andato d’accordo con tutti. In questi anni forse ho sbagliato, ma una seconda possibilità serve a tutti e in questi anni sono maturato molto, ho dato un taglio netto al passato”.Il PSG e la rinascita al Milan: “I primi due anni a Parigi sono andati bene, il terzo non ho mai giocato. Blanc non mi considerava, ho fatto bene ad andare via. Questa non è una rivincita con il PSG, ma quello che sto facendo al Milan non è un caso, sto dimostrando di avere qualità importanti”.Infine la Nazionale: “La Francia è un grande rimpianto per me, è una bella squadra voglio tornarci. Quando ho firmato con il Milan l’ho fatto anche per riconquistare la nazionale”:

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy