LIVE PM – INZAGHI: “VOLEVO CERCI, SARA’ UTILE DA SUBITO. DESTRO? SIAMO A POSTO COSI’. SU DE JONG…”

LIVE PM – INZAGHI: “VOLEVO CERCI, SARA’ UTILE DA SUBITO. DESTRO? SIAMO A POSTO COSI’. SU DE JONG…”

Commenta per primo!

Filippo Inzaghi, allenatore Milan
Filippo Inzaghi (fonte foto: www.raisport.rai.it)
PREMI F5 PER AGGIORNARE LA DIRETTACOMMENTA INSIEME A NOI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK LE PAROLE DEL MISTER.Termina qui la conferenza di Inzaghi.Sulle scelte: “Il ruolo dell’allenatore è difficile. E’ arrivato Cerci, quando sarà al 100% sarà importante. Il bravo allenatore è quello che sbaglia il meno possibile”. Sul mercato: “Abbiamo una rosa con grandi valori e ben assemblata. Mi auguri di non perdere De Jong, penso si troverà un accordo”. Torres: “Spiace sia andato via. Ci siamo lasciati benissimo. Sarà un grande tifoso del Milan e noi un suo”. Su Destro: “Domani abbiamo il Sassuolo. Ho due attaccanti, Pazzini e Menez. Sono contento così”. Su El Shaarawy: “La partita con il Real deve essere la normalità. E’ giovane, sa che ha la mia fiducia. Col Real ha fatto una grande partita”.Su Cerci: “Ci può dare una mano a gara in corso. I test sono andati bene. 20-25 minuti può reggerli, già da adesso”. Su Bonaventura: “E’ molto intelligente, può giocare ovunque. L’ho messo al centro quando mancava Montolivo. Mi lascia molto sereno, farebbe bene perfino da terzino”Su Essien e Montolivo al posto di De Jong: “Montolivo ed Essien possono giocare davanti alla difesa. Montolivo fa benissimo la mezzala, Essien ha sempre risposto presente in quel ruolo. Contro l’Udinese abbiamo vinto, con il Verona abbiamo vinto. Sceglierò oggi. Un giocatore come Montolivo in quel ruolo in futuro? Se faccio sempre giocare uno tra De Jong ed Essien…”Su Van Ginkel: “C’è stima nei confronti del giocatore, ma non posso garantire il posto da titolare a nessuno. Valuterà lui, insieme al Chelsea il da farsi. Se vuole giocare con continuità, non posso prometterglielo”. Sugli infortunati: “Rami, Abate, De sciglio sono a disposizione. De Sciglio è avanti rispetto ad Abate. Bonera oggi rinizia a correre. Mexes non ha niente, ci sarà con il Torino. Van Ginkel sarà a disposizione con il Torino”. Su Torres: “Ci siamo lasciati bene, ha lasciato un messaggio per ringraziarci, che poi vi faremo leggere. E’ un grande professionista. Non poteva dire no all’Atletico, voleva tornare là. Abbiamo fato un affare, sia noi che loro. Al Milan ha avuto la sfortuna di trovare un grande centravanti come Menez”. Sulla Coppa Italia: “E’ la nostra Champions, dato che non possiamo farla. Fare una finale sarebbe bello, per noi e per i tifosi. Dobbiamo fare di tutto per arrivare fino in fondo”. Sul Milan che deve tornare grande: “Dobbiamo cercare di far tornare il Milan dove è sempre stato. Con il lavoro si arriva lontano, dobbiamo tornare ad essere il Milan. Spero sia l’anno della svolta”. Febbraio mese decisivo: “Non guardo oltre alla partita di domani. Devo pensare di vincere la partita. Abbiamo la fortuna di giocare davanti al nostro groppo, veniamo da buone partite. Dobbiamo entusiasmare il nostro pubblico. Non mi preoccupano le gare con il Real e la Roma, ma partite come queste, che sono difficili”.Sul mercato: “Di mercato non ho parlato. La mia priorità era Cerci già da questa estate. Lo volevamo tutti. Abbiamo due centravanti, Menez e Pazzini, siamo a posto. Quando andavo dal presidente, questa estate, era sempre Cerci. Giocatore della Nazionale, caratteristiche uniche, ha voglia di rivalsa ed è ben inserito nel gruppo. Sta a me decidere quando inserirlo: non ha la partita nelle gambe”Sul terzo posto: “Guardo gara dopo gara. Se giochiamo come con il Napoli, il Real e la Roma è tutto più facile. Staremo a vedere. Domani è complicata la gara”. Sull’insidia della prima partita: “L’abbiamo preparata bene. Ci siamo allenati bene, la squadra l’ho vista bene. Cerchiamo continuità. La vittoria con il Real ci ha dato fiducia. Speriamo di centrare un risultato positivo”. Sul Sassuolo: Squadra organizzata e ben allenata. Roma e Juve sono state intrappolate. Ha giocatori bravi e interessanti, può creare grandi difficoltà. Dobbiamo prendere la partita nella maniera giusta. Abbiamo preparato la partita nel migliore dei modi”.Sull’interessamento del Sassuolo a gennaio: “L’interesse del Sassuolo non lo diemnticherò mai. Mi volevano in A, Squinzi mi voleva in A. Fu un gesto di grande affetto, di riconoscimento e di stima. Da allora quando non ci giochiamo contro tifo per il Sassuolo. Fu una cosa molto gratificante, mi diedero fiducia”.Oggi tornerà a parlare Filippo Inzaghi.Il tecnico rossonero presenterà il match di domani, che vedrà il suo Milan sfidare il Sassuolo di Di Francesco. La redazione di Pianeta Milan vi offrirà la diretta testuale della conferenza!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy