LIVE PM – INZAGHI: “NON HO ANCORA DECISO LA FORMAZIONE. EL SHAARAWY? APPREZZO LA SUA FAME”

LIVE PM – INZAGHI: “NON HO ANCORA DECISO LA FORMAZIONE. EL SHAARAWY? APPREZZO LA SUA FAME”

Filippo Inzaghi a Milanello (fonte foto: www.fourfourtwo.com)
Filippo Inzaghi a Milanello (fonte foto: www.fourfourtwo.com)
PREMI F5 PER AGGIORNARECollegati alla nostra pagina Facebook ufficiale per commentare insieme a noi la conferenza stampa di Mister Inzaghi!Si chiude con una domanda su Honda: “E’ in forma, potrebbe anche partire dal primo minuto”.Il nome “SuperPippo”: “E’ nato proprio a Verona, li ho ancora tantissimi amici, domani saranno i miei avversari, ma stimo molto il Verona”. Sul modulo: “Abbiamo un grande vantaggio, possiamo cambiare tra due schemi di gioco,  deciderò cosa fare anche sulla base della condizione di Bonaventura”. Il bel voto ricevuto da Berlusconi: “Mi ha dato 8, è stato gentile perchè mi vuole bene. Sono contento anche per il voto che ha dato alla squadra, ma vogliamo crescere ancora e rendere felici i nostri tifosi, a fine anno spero di ricevere ancora un bel voto, è questo quello che conta”.Ancora sugli arbitri: “In tutti i grandi sport si usa la tecnologia…usata nel modo giusto potrebbe dare una grossa mano e portare tranquillità”.Essien titolare: “Sono tranquillo, so che è un grande professionista oltre che un ottimo giocatore, penso che possa fare una grande partita e una maglia da titolare se la merita”.Sempre su El Shaarawy: “Si è sempre comportato bene, anche quando non ha giocato, poi è inutile ribadire cose tutti già sanno. Con lui parlo tutti i giorni e sa benissimo che è il più adatto per il 4-3-3”. La sfida per il terzo posto: “Ci sono tante buone squadre, almeno 7/8 possono giocarsi i primi posti in classifica. Il nostro sogno è quello di tornare in Europa dalla porta principale”Montolivo: “Tra qualche giorno dovrà fare un controllo, speriamo che vada tutto bene e che possa iniziare ad allenarsi con noi”. Il lavoro in settimana: “Sono molto tranquillo, abbiamo lavorato molto bene come sempre, domani può succedere di tutto, ma nel calcio può succedere di tutto”. Juventus-Roma: “Parlo solo di Milan, sugli arbitri voglio solo dire che dobbiamo solo aiutarli, tutti assieme”. L’equilibrio del gruppo: “Non penso che qualcuno possa cambiare le cose, se qualcuno dovesse farlo verrà messo ai margini non accettiamo certe cose, ma è un problema che non mi pongo, per adesso non ci sono stati problemi di questo tipo”. Diego Lopez: “Si è ripreso e e si è allenato con il gruppo. Domani mattina deciderò chi giocherà, sarà una scelta difficile per me però so di avere una sicurezza che si chiama Abbiati”. Il mercato e i tanti giocatori in rosa: “Tutti sanno bene che siamo in tanti e che non possono giocare tutti, l’importante è l’atteggiamento, non c’è nessun malessere solo rammarico di non poter giocare, se poi qualcuno a gennaio vorrà andare via avrà la possibilità di lasciare il Milan”. Si passa al capitolo Torres: “Quando aveva dei problemi alla caviglia ha comunque dato tanto alla squadra, adesso finalmente è pronto e in settimana si è allenato bene ed è pronto, come del resto tutti i suoi compagni di reparto”. Menez e il turnover: “C’è tanta gente in grado di sostituire i titolari al meglio, deciderò domani con calma chi giocherà, da questo punto di vista sono sereno”Il gioco dell’Hellas: “La loro tattica è semplice, hanno Toni centravanti, cercano di giocare palla a terra per lui. Possono succedere tante cose, ma quello che mi interessa più di tutto è il nostro atteggiamento in campo, voglio vedere lo stesso Milan che ho visto contro il Chievo”.Sulla formazione: “Ho diversi dubbi, visti anche i recuperi. Menez, Lopez e Bonaventura potrebbero non essere titolari, ma devo ancora decidere, hanno perso diversi giorni e non so se possono reggere i 90 minuti”.Si parla di Luca Toni: “A lui posso fare solo i complimenti, è capace di fare ancora la differenza, con il Milan ha segnato l’anno scorso, spero che per una partita possa anche riposare…”Le visite di Berlusconi: “Ci da una carica incredibile con la sua serenità, ci dice le cose con amore, cerchiamo di dare il massimo per lui”. Ancora su El Shaarawy: “E’ sereno, ha la stima di tutti, se domani sarà in campo dovrà solo dimostrare quello che penso di lui da sempre. Con il Chievo è entrato bene e mi ha messo in difficoltà per le scelte di domani, la nostra rosa è ampia, domani mattina deciderò chi far giocare”Si parla poi del Verona ed in particolare di Mandorlini: “Complimenti a lui, sta facendo annate positive, ma non mi meraviglio: è un grande tecnico e un grande allenatore e  forse quest’anno il Verona è addirittura migliore rispetto a quello dello scorso anno. Hanno perso grandi giocatori, ma ha inserito giocatori importanti come Marquez”.Inizia la conferenza stampa e si parte con Stephan El Shaarawy: “Mi sarei arrabbiato se avesse detto che era contento. Le sue parole le abbiamo sentite e sono rispettose, ha solo spiegato che ha voglia di giocare, è un giocatore che mette tutto nell’ allenamento e in campo, mi sarei arrabbiato se avessi visto il contrario. E’ normale che chi resta fuori si arrabbi, ma c’è un’ambiente ottimale perchè tutti cercano di farsi vedere in allenamento”Come sempre Mister Inzaghi ha parlato anche ai microfoni di Milan Channel prima della conferenza stampa, clicca qui per leggere le sue parole ai microfoni di Milan Channel.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy