LIVE PM – INZAGHI: “DOMANI 3-4 CAMBI, SIAMO IN CRESCITA. BERLUSCONI VUOLE UNA PUNTA? COL CAGLIARI NON E’ DETTO CHE CI SIA”

LIVE PM – INZAGHI: “DOMANI 3-4 CAMBI, SIAMO IN CRESCITA. BERLUSCONI VUOLE UNA PUNTA? COL CAGLIARI NON E’ DETTO CHE CI SIA”

Filippo Inzaghi, allenatore Milan
Filippo Inzaghi (fonte foto: www.raisport.rai.it)
Premi F5 per aggiornare— La conferenza è finita —– Sui margini di miglioramento della squadra: “Stiamo crescendo, miglioriamo ogni partita. Stiamo dando continuità ai risultati: dalla Juve in po abbiamo fatto bene. Spero di continuare a migliorare partita dopo partita, abbiamo una buona rosa e tanti ricambi. Lo spirito dei giocatori poi mi rende sereno”.– Sui consigli del presidente Berlusconi: “Ce ne dà mille giusti, so che è contento di noi e del nostro gioco offensivo. Preferisce un attaccante d’area, ma possiamo giocare anche diversamente: con Lazio e Parma è andata bene, con la Fiorentina meno. So cosa pensa, ma non è detto che domani giocheremo con un attaccante dentro l’area”.– Ancora sul centrocampo: “Van Ginkel, Saponara e Bonaventura stanno bene, soprattutto i primi due”.– Sui cambi contro il Cagliari: “Impossibile dire quanti ne farò, oggi abbiamo fatto solo un allenamento blando, non voglio stravolgere la squadra: non abbiamo ancora la capacità per fare 7-8 cambi, al massimo ce ne saranno 5”.– Sui dubbi di domani: “I giocatori stanno tutti sulla corda, valuto solo due cose: partite e allenamento. Chi gioca titolare è perchè ha sempre fatto bene. Ognuno è artefice del proprio destino. Zapata? ho pensato che con la Fiorentina potesse fare bene”.– Sul dualismo tra Abbiati e Diego Lopez: “Difficile decidere tra due grandi portiere, starà a me capire quando far giocare Diego”.– Su confronto avuto con Berlusconi all’intervallo, relativo a Torres: “E’ contento di noi, ci sono sempre confronti con lui, speriamo di dargli una bella soddisfazione”.– Su Montolivo: “Se domani i dottori gli daranno l’ok potrà tornare ad allenarsi, ma il miglior Montolivo lo vedremo solo l’anno prossimo”.– Su De Sciglio: “Con me giocherà sempre, è giovane e ha un sicuro avvenire. E’ in crescita, non guardo gli episodi, sta facendo grandi cose. E’ fondamentale sia per il Milan che per la Nazionale, ma lui e El Shaarawy sono diventati grandi troppo in fretta: lasciamoli giocare”.– Sugli aspetti negativi di domenica: “Sono soddisfatto della squadra, dobbiamo guardare a domani, stiamo crescendo. Domenica siamo mancati in attacco, solitamente la nostra forza, ma abbiamo trovato solidità difensiva. Devo pensare al bene della squadra, non si può imputare niente ai ragazzi, spero continuino così”.– Su Torres possibile titolare: “Nelle ultime 5 gare ha giocato 4 volte, è sempre la serata di Torres”.– Su Pazzini: “Faccio delle scelte, lo devo fare. Ha la mia considerazione, anche se ha giocato poco, nel calcio però non puoi mai saperlo. Ho provato a metterlo a volte, come a Empoli e a Cesena; anche con la Juve ha giocato, seppur poco. Quando devi scegliere, qualcuno è sempre penalizzato: spero possa giocare di più”.– Su El Shaarawy: “Con la Fiorentina ha lottato molto, il gol può diventare un assillo, ma non deve esserlo per lui. Sta bene, è propositivo e lo vedo in ripresa. Gli dico sempre di non pensare al gol ma solo a farsi trovare pronto”.– Sulla difesa: “Ho 4 centrali affidabili, sono tranquillo con Alex, Rami, Zapata e Bonera”.– Sul centrocampo: “Potrei cambiare qualcosa, anche se ho avuto molte certezze da questo centrocampo. Ho alternative, come Van Ginkel, Saponara o Bonaventura mezz’ala, potrebbero giocare domani”.– Ancora su Torres e Menez: “Hanno già giocato insieme, possono farlo anche con un altro sistema di gioco. Quando lasci fuori uno, se pareggi lo rimpiangi. Ci servono equilibrio e certezze, c’è rammarico per domenica: il valore del Milan sta crescendo, soprattutto da parte dell’opinione pubblica”.– Sulla sfida di domani: “Sarà divertente per chi sarà allo stadio, speriamo soprattutto per i nostri tifosi. Il Cagliari ha grandi qualità, noi cercheremo di conquistare la vittoria e i tre punti, importanti per noi”.– Sulla possibilità di vedere insieme Torres e Menez: “Sono tranquillo, Honda non è mai stato fuori… Metto in campo i migliori per il bene della squadra e anche domani farò lo stesso, ci saranno dei cambi. Il Cagliari è più riposato, ha giocato sabato”.– Sulla prestazione dell’attacco: “Ci sono tanti discorsi su falso e vero nove, ma siamo il miglior attacco: noi abbiamo il faso nueve, gli altri nemmeno quello. Sono razionale, abbiamo giocato molto bene, la miglior partita difensiva, ma meno bene abbiamo fatto davanti. Ogni partita ha una storia a sé, nessuno ricorda contro chi giocavamo: potevamo andare 2-0, poi è arrivato il pari. Non tutte le gare possono essere spettacolari”.– Sulla partita con la Fiorentina: “La cosa più bella è che tutti eravamo amareggiati, nonostante abbiamo pareggiato contro una squadra che da anni domina San Siro. Sta cambiando l’opinione che si ha del Milan: abbiamo fatto un’ottima gara, continuiamo così. Possiamo giocarcela con tutti e questo è il primo step importante. Ora andiamo a Cagliari, faremo la nostra gara e una vittoria sarebbe importante per la classifica”.– Inizia la conferenza — Per leggere le dichiarazioni a Milan Channel clicca QUI.Domani il Milan affronterà il Cagliari di Zdenek Zeman per il 9° turno della Serie A Tim. Trasferta delicata, con i rossoneri chiamati a rilanciarsi in ottica terzo posto dopo l’opaco pari con la Fiorentina. Tra poco Filippo Inzaghi parlerà in conferenza stampa per presentare la sfida e PianetaMilan riporterà in tempo reale le parole del Mister. Non perdetevi neanche una dichiarazione!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy