LIVE ALLEGRI: “BALOTELLI HA SBAGLIATO, ORA SI DEVE GIOCARE DA SQUADRA. DAVANTI UNO TRA BIRSA E NIANG”

LIVE ALLEGRI: “BALOTELLI HA SBAGLIATO, ORA SI DEVE GIOCARE DA SQUADRA. DAVANTI UNO TRA BIRSA E NIANG”

Fonte foto: www.agenziastampaitalia.it
Fonte foto: www.agenziastampaitalia.it
La conferenza stampa di Allegri è finita.Sulla chiusura della curva: “Giocare senza di loro non è facile perchè ci sono sempre stati vicini anche nei momenti di difficoltà”.Su Abbiati: “Non sono preoccupato, Abbiati in questi quattro anni è sempre stato decisivo nei momenti importanti”.Sull’inizio difficoltoso: “Abbiamo lavorato per i Playoff e abbiamo raggiunto questo obiettivo vitale per noi. In Champions abbiamo inizaito con una vittoria, mentre in campionato abbiamo avuto qualche difficoltà. Serve pazienza, le valutazioni vanno fatte a fine anno quando si sa se gli obiettivi stagionali sono stati raggiunti. Quest’anno sarà più difficile dell’anno scorso perchè ci sono tante squadre che si sono rinforzate”.Sulla condizione del Milan: “Siamo al 4% perchè abbiamo quattro punti”.Su Balotelli leader tecnico della squadra come Higuain: “Sono giocatori diversi, Mario gioca meglio quando ha un altro giocatrore al suo fianco. Deve migliorare certamente, ma non dimentichiamo che è il primo anno che gioca da protagonista tre partite a settimana. A livello mentale e tattico deve certamente migliorare e può migliorare ancora tanto”.Su Saponara: “Non è stato convocato perchè in partitella ha avuto un problemino al ginocchio sinistro e domani verranno fatti degli accertamenti”.Su un possibile confronto a muso duro con Balotelli: “Abbiamo parlato sia con lui che con tutta la squadra, in questo momento però la squadra va messo davanti ai singoli”.Ancora su Balotelli: “Credo al buon senso di Mario di capire che è un anno importante per lui ed è in una situazione in cui non può sbagliare. Fino a questo momento si era sempre comportato bene, spero che quello che è successo domenica gli serva da lezione. E io spero di potergli dare una mano”.Sul finale di gara di domenica: “Io sono andato come al solito subito negli spogliatoi, non so cosa sia successo. Comunque queste cose non devono succedere mai dopo una partita. Se uno è arrabbiato dovrebbe andare via e basta. Qualcuno doveva fermare Balotelli prima? Non possiamo fare i processi sulle intenzioni. Mario ha sbagliato, deve crescere in modo da non sbagliare più. Il Milan sta facendo di tutto per aiutarlo, lui deve avere i comportamenti da campione”.Sugli arbitri: “Quando si gioca a calcio, i giocatori devono solo pensare a scendere in campo e non alle decisioni degli arbitri”.Sulla decisione di non fare ricorso: “E’ una decisione forte, la società ha grande rispetto per la classe arbitrale e facendo questo lo ha dimostrato”.Sulla questione tattica: “Abbiamo subito troppi gol in queste prime partite, bisogna essere più attenti e concentrati in situazioni da palla ferma come punizioni, angoli e rimesse laterali”.Sull’assenza di Balotelli: “Dobbiamo giocare da squadra per supplire l’assenza di Mario. Domenica ha avuto un atteggiamento sbagliato con l’arbitro. Balotelli ha sbagliato domenica, ha penalizzato squadra, società e tifosi. Allo stesso tempo però gli arbitri devono tutelare Mario, perchè i falli che ha subito domenica forse ad un altro giocatore sarebbe stati fischiati tutti. Balotelli ha 23 anni ed è potenzialmente un campione. Ma per essere un campione serve anche avere un atteggiamento giusto, anche perchè è un esempio per tutti. I giocatori del Milan non possono avere certi atteggiamenti, dopo il fischio finale non si possono cambiare le partite. Multa a Mario? E’ una decisione che spetta alla società”.Sulla formazione: “Con fuori Pazzini, Balotelli ed El Shaarawy, ho solo tre attaccanti. Il mio dubbio è se far giocare Birsa dietro le punte o Niang a destra. A centrocampo invece devo decidere se mettere Nocerino per far riposare Muntari”.Sulla partita con il Napoli: “La squadra ha fatto bene, ha creato molto, ha anche sbagliato un rigore. Dobbiamo ripartire da qui, abbiamo cancellato le brutte prestazioni tecniche con il Verona e il Torino. Piano piano recupereremo gli infortunati, questa dovrebbe essere l’ultima settimana in emergenza. Dobbiamo fare punti nelle prossime due partite”.- Inizia la conferenza stampa.- Termina qui l’intervista di Milan Channel. Ora Allegri scenderà nella Sala delle Conferenze di Milanello dove si terrà la conferenza stampa alla vigilia di Bologna-Milan.Sul fatto di non guardare i rigori: “Il prossimo tornerò a guardarli sicuramente”.Su Matri: “Gli auguro di fare come Pazzini lo scorso anno a Bologna. Sta facendo un grande lavoro per la squadra, ci permette di creare spazi tra le linee. Trovare il gol sarebbe importante per lui”.Sui giocatori a disposizione: “Ci mancano diversi giocatori, dobbiamo fare un passo alla volta per ritornare nelle posizioni che ci competono. E’ importante continuare sulla strada che abbiamo intrapreso domenica, poi i risultati arriveranno”.Sul Bologna: “Sarà un match difficile, servirà correre tanto e giocare bene, proseguendo quanto fatto di buono con il Napoli. La partita di domani è importante, ma non determina il nostro campionato”.Sull’attacco di domani: “Dovrò valutare, sicuramente giocherà uno tra Birsa e Niang”.Sul gioco della squadra: “A parte i primi minuti, contro il Napoli abbiamo fatto una buona partita e lo dimostra il fatto che il migliore in campo è stato Reina. La squadra ha creato molto, dobbiamo continuare su questa squadra”.Sui gol presi: “Serve più attenzione, soprattutto sulle pale inattive. Bisogna migliorare in attenzione e in cattiveria in queste situazione”.Massimiliano Allegri comincia a parlare ai microfoni di Milan Channel

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy