INZAGHI IN CONFERENZA: “VOLEVO RINGRAZIARE I TIFOSI, CHE RIMPIANTI GLI INFORTUNI”

INZAGHI IN CONFERENZA: “VOLEVO RINGRAZIARE I TIFOSI, CHE RIMPIANTI GLI INFORTUNI”

Pippo Inzaghi in conferenza stampa (Fonte: www.acmilan.com)
Pippo Inzaghi in conferenza stampa (Fonte: www.acmilan.com)
Ecco le parole di mister Inzaghi in Conferenza Stampa dopo la bella vittoria con il Torino: “Quando gioca El Shaarawy, si vede cosa può fare. Come Montolivo. Sono il rimpianto della stagione non averli avuti a disposizione. Sono contento delle prestazioni della squadra. Sono contento di come abbiamo giocato contro il Torino. Abbiamo fatto una grande partita e l’abbiamo preparata bene. Penso che sia bello per la Società, vedere che le basi ci sono. C’è un gruppo di lavoro, che rema dalla parte dell’allenatore. Nelle difficoltà delle stagione questa è una piccolissima soddisfazione. Io ho un contratto. Spero di andare avanti e penso di sapere come uscire da queste difficoltà. Le cose positive sono partite come queste contro Roma e Torino. Stiamo recuperando giocatori importanti. Oggi in 10 cercavamo il secondo gol. La Società farà le sue valutazioni. Mi dispiace non aver salutato i tifosi che sono stati fantastici con me tutto l’anno. Sono stati tutti troppo bravi con me. Io ce la metto tutta, ma non è che dall’oggi al domani si può pensare di tornare in alto. Io credo che le basi per rialzarsi ci siano tutte. Io sono un professionista e continuerò a lavorare fino alla fine. Sono contento per il debutto di Mastalli. I miei rimpianti sono gli infortuni. L’allenatore si può inventare qualsiasi cosa, ma certi giocatori sono insostituibili e lo si è visto stasera. Gli errori si faranno sempre. Chi non lavora, non fa errori, altrimenti gli errori si fanno e si faranno sempre. Attendiamo l’ultima partita e poi ci siederemo ad un tavolo con la Società per capire come migliorare la squadra. Bisogna chiedere ai giocatori. Quando una persona lavora tutti i giorni a fondo le cose si vedono. Avevamo preparato bene la situazione, come nel caso di Poli. Quando si preparano bene le cose, poi si diventa credibili agli occhi del gruppo. La squadra ha sempre dato tutto in questa stagione ed è quello che mi porterò nel cuore sempre. Per Abbiati e Pazzini sono stati gesti doverosi. Abbiati è straordinario, al pari di Diego Lopez. Penso che oggi Christian se lo meritasse di giocare. Pazzini ho pensato che dovesse giocare per i meriti stagionali. Sono contento che abbia raggiunto i 100 gol in Serie A. Fossi stato in panchina l’avrei abbracciato E’ un rammarico che finisca il campionato adesso. Siamo in ottima condizione in queste ultime partite. Quando non ha giocato Pazzini, c’erano Menez e Destro che hanno sempre fatto il loro dovere. Io resterò sempre milanista. Il mio pensiero è la gara contro l’Atalanta e riportare il Milan dove è abituato a stare”Fonte: acmilan.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy