INZAGHI A SKY: “NON POSSIAMO PRENDERE CERTI GOL, DOBBIAMO LAVORARE”

INZAGHI A SKY: “NON POSSIAMO PRENDERE CERTI GOL, DOBBIAMO LAVORARE”

Filippo Inzaghi, allenatore Milan
Filippo Inzaghi (fonte foto: www.giornalettismo.com)
Anche oggi il suo Milan non è riuscito a vincere, ecco come Filippo Inzaghi ha commentato la partita ai microfoni di Sky Sport il risultato di Milan-Empoli: “Siamo in un periodo complicato, abbiamo tanti infortuni, ogni partita succede di tutto. Non ho nemmeno potuto fare i cambi, basta pensare ad Alex è incredibile. Oggi era una partita complicata, complimenti all’Empoli, non si perdono 2 partite su 15 per caso. Eravamo stati bravi ad andare in vantaggio, anche soffrendo. Non puoi prendere un gol così, questo è il rammarico della giornata, oggi si poteva finire 1-0. Poi in 10 e in 9 i ragazzi sono anche stati bravi”.L’Empoli:“Io sapevo bene come gioca l’Empoli, se meriti di vincere due volte contro la Roma e giochi benissimo contro la Juve sei una grande squadra. Noi dobbiamo tornare ad esserlo, loro sono allenati dallo stesso allenatore da anni e si vede, noi stiamo sperimentando un nuovo sistema di gioco. Leggo che cambio sempre squadra, ma se non ho i giocatori non posso fare altro, altrimenti metto gli infortunati”.Cosa deve fare il Milan:“Lavorare sulle gambe, non penso. Secondo me in questo momento bisogna lavorare sulla testa, non è facile giocare a San Siro in questo momento, anche se capisco i tifosi, vengono da un periodo difficile. Oggi portiamo a casa questo punto, eravamo anche in 9 si poteva perdere. Potevamo fare di più, bisogna lavorare. Noi dobbiamo cercare di portare più palle possibile dentro l’area, abbiamo fatto più combinazioni ad inizio secondo tempo, ma non basta. Poi abbiamo preso un gol da non prendere, soprattutto quando la difesa è schierata”.La difesa: “Oggi sulle palle inattive siamo stati molto attenti, non sulla palla del gol. Non potevamo pensare di dominare una squadra che ha perso pochissimo, è chiaro che se vai in vantaggio e prendi un gol così, quando noi hai sofferto tanto fino a quel momento, brucia. Dobbiamo migliorare su queste cose, prendere gol su una grande azione è un conto, ma così…”.I tifosi: “Loro sono come me, vogliono sempre di più, noi invece dobbiamo rimboccarci le maniche e trasformare i fischi in applausi. Loro sono abituati ad altro, ma nel calcio ci sono i cicli. Purtroppo servono tempo e una rosa al completo, che non ho mai avuto, così è molto difficile se devi cambiare tutte le volte 4/5 giocatori non puoi avere continuità”.Le ripartenze: “Non è una questione sulle ripartenze, ma non è che un allenatore va in campo a dire “mettiamoci dietro”. Dipende molto anche dall’avversario, noi abbiamo pensato di poter giocare con 4 giocatori offensivi, abbiamo tanta qualità dobbiamo cercare di sfruttarla, siamo il Milan vogliamo cercare di comandare il gioco, se diciamo alla squadra di stare bassa non mettiamo paura anche i nostri giocatori, questo modulo lo facciamo da due settimane, miglioreremo sicuramente”. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy