INZAGHI A SKY: “BASTA PARLARE DI TERZO POSTO”

INZAGHI A SKY: “BASTA PARLARE DI TERZO POSTO”

Pippo Inzaghi da indicazioni alla squadra (Fonte: www.europacalcio.it)
Pippo Inzaghi da indicazioni alla squadra (Fonte: www.europacalcio.it)
Al termine di Torino-Milan il tecnico dei rossoneri Filippo Inzaghi ha commentato così la bruttissima prestazione della sua squadra ai microfoni di Sky Sport: “Quando siamo andati in vantaggio abbiamo avuto una palla per fare il secondo, dovevamo gestire meglio il primo tempo. In 10 poi abbiamo dato tutto, ancora una volta un gol su calcio d’angolo, dobbiamo correre ai ripari su questo aspetto. Se poi rimani in 10 per 50 minuti può capitare di prendere gol, ho messo Alex per i calci piazzati, incredibile aver preso gol proprio così”.De Sciglio: “E’ il terzino della Nazionale, pensavo di aiutarlo mettendolo a destra, sul suo piede. Niang? Pensavo che ci avrebbe dato una mano, Abate non poteva giocare 2 partite a così pochi giorni di distanza”.Il terzo posto: “Non dobbiamo più parlarne, dobbiamo solo migliorare e continuare a crescere, martedì c’è il Sassuolo dobbiamo pensare a vincere, teniamo alla Coppa Italia”.Ancora la partita: “La squadra si è un po’ abbassata troppo, ho cercato di spronarli e pensavamo che mandare i 3 attaccanti alti a giocare contro la loro difesa potesse funzionare. Starà a me dare più certezze alla squadra, darle più coraggio, siamo il Milan dobbiamo essere più propositivi. Certo che se non avessimo preso quel gol avremmo magari vinto”.De Jong: “Io faccio giocare chi ho in questo momento, secondo me De Jong fa molto bene il vertice basso. Le mezz’ali devono avere grande qualità e Montolivo lo fa bene, adesso ho questi giocatori e cerco di andare avanti con loro. Sappiamo che dobbiamo migliorare, ma sono contento dei miei giocatori”.La difesa: “Se difendi lontano dalla tua area corri meno rischi, però non è semplice facile. Oggi avevamo creato il gol e il presupposto per la seconda occasione così, poi se resti in 10 è difficile restare così alti. Dovevamo fare meglio in 11 contro 11, alla squadra non rimprovero niente per il secondo tempo in 10.L’atteggiamento: “Le partite fatte bene non mi hanno illuso, io conosco solo una parola: lavoro. Eravamo ad un buon livello, il carattere e la voglia ci sono, manca la personalità. Quando andiamo in vantaggio dovremmo giocare più liberi, invece è il contrario, cercheremo di risolvere questi problemi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy