INZAGHI A MC: “ORGOGLIOSO DI TUTTI I MIEI GIOCATORI, ALEX IN PANCHINA CON LA ROMA”

INZAGHI A MC: “ORGOGLIOSO DI TUTTI I MIEI GIOCATORI, ALEX IN PANCHINA CON LA ROMA”

Pippo Inzaghi (corrieredellosport.it)
Pippo Inzaghi (corrieredellosport.it)
Poco prima dell’inizio della conferenza stampa, Filippo Inzaghi si è fermato ai microfoni di Milan Channel per la consueta chiacchierata in famiglia. Le sue parole, riportate da acmilan.com: “Noi siamo contenti, ma sono abituato all’Italia. Non mi piace esaltarmi o deprimermi. Troppo facile passare da uno stato d’animo all’altro. Abbiamo un bello spirito. Venivamo da buone partite a livello di prestazioni. Dalla Samp in poi. Se ci sono le prestazioni poi si ottengono i risultati. Dobbiamo dare continuità a queste prove. Mi fanno piacere i complimenti dei giocatori. Penso comunque di essere apprezzato per la mia sincerità. Stamattina ho parlato con Saponara. Mi è dispiaciuto per lui, come per altri, avergli dato poco spazio. Penso spesso a chi non gioca. Quando vengono dal cuore, cerco di far capire la mia stima per loro. In questi mesi sono mancati giocatori importanti, ma sono sereno perchè tutti si allenano molto bene. Sono orgoglioso di loro, di tutti i miei giocatori e dei complimenti ricevuti da parte loro. Alex se va tutto bene, viene in panchina a Roma. Non ha la condizione, ma solo avercelo è già importante. Abate e De Sciglio resteranno tranquilli sino a dopo la sosta. E’ facile per me fare l’allenatore di un gruppo così. Bonaventura è una persona intelligente. Si mette a disposizione ed è umile. Sono contento che lui ora sia apprezzato da tutti. Spero sempre di fare qualcosa in più, ma sono soddisfatto dei ragazzi. Abbiamo fatto buone partite, alcune volte non siamo stati noi, ma ci può stare. Già con la Roma dovremo dare continuità ai risultati. Honda viene giudicato solo per i gol, ma domenica ha fatto una grande partita. Nel secondo tempo non ha mai perso un pallone. Io queste cose le vedo molto bene e sono contento di lui. Per sabato ho pensato tante cose. Sento spesso di parlare di baricentro e di aggredire, ma poi fanno tutto questo anche i giocatori. Io vorrei sempre andarli a prendere nella loro area. Dipende, vedremo che partita sarà. Ci vorrà aggressività, abbiamo poco da perdere. Affrontiamo una squadra con grandi campioni, ma giocheremo a viso aperto. Mettiamo cuore. Ci vorrà qualcosa di straordinario per vincere, ma sono convinto che si possa fare. Domenica Torres aveva la febbre ed ha recuperato solo oggi. Dò importanza a tutti. Per andare in Champions abbiamo bisogno dei gol dei nostri attaccanti. Di tutti. Di Torres, Pazzini, El Shaarawy, spero che sia il gruppo che ci porti a quest’impresa. Auguro a tutti i tifosi del Milan un Buon Natale e speriamo di fare un bel regalo sabato a tutti”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy