INFORTUNI E POCA INTENSITA’, ANCHE LO STAFF E’ SOTTO ACCUSA

INFORTUNI E POCA INTENSITA’, ANCHE LO STAFF E’ SOTTO ACCUSA

Commenta per primo!

Daniele Tognaccini - fonte www.acmilan.com
Daniele Tognaccini – fonte www.acmilan.com
Il Milan non ha ancora un’identità di gioco, non riesce a fare due vittorie di fila e come se non bastasse è continuamente falcidiato dagli infortuni, per la maggior parte di natura muscolare.Gli ultimi della lista sono Riccardo Montolivo e Nigel De Jong, con il capitano soffre di una lesione al flessore e tra una settimana sosterrà ulteriori esami medici; anche l’olandese soffre di una lesione al bicipite femorale e verrà rivalutato tra una decina di giorni.Le defezioni in questa stagione stanno diventando una costante preoccupante, i calciatori rossoneri a causa degli infortuni  hanno saltato fino a questo momento ben 104 partite di campionato. Veramente troppe se si pensa che il Milan quest’anno è senza Europa e quindi i rossoneri devono solo giocare una partita a settimana che possono preparare al meglio sia tatticamente che atleticamente.Situazione preoccupante che ha spinto Adriano Galliani ad incontrare l’intero staff tecnico: Tassotti, Daniele Tognaccini, l’osteopata Marco Cesarini,  e il responsabile sanitario Rodolfo Tavana, chiedendo spiegazioni sul perchè dei numerosi infortuni. Anche  Filippo Inzaghi  era presente essendo lui il responsabile tecnico che si è scelto l’equipe di lavoro. La questione non si limita solamente agli infortuni, i giocatori rossoneri non hanno ormai da un pezzo quella freschezza atletica che sembrava  ci fosse  all’inizio del campionato, i giocatori non corrono o corrono meno degli avversari e non riescono ad avere una grande intensità.Avere tanti infortuni  non è solo una questione di sfortuna, nella preparazione dei calciatori c’è qualcosa che non va.  La condizione fisica in cui versa il club rossonero è  preoccupante.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy