IL 2014 DI… BARBARA BERLUSCONI

IL 2014 DI… BARBARA BERLUSCONI

Barbara Berlusconi (fonte foto: calcio.fanpage.it)
Barbara Berlusconi (fonte foto: calcio.fanpage.it)
Inutile dirlo, gli anni scorrono in fretta e un altro è già giunto al termine. Uno dei soliti, di quelli ricchi di emozioni, pianti, gioie, vittorie e sconfitte. Come nella vita, cosi anche nel sport. E, al momento dei bilanci, c’è sempre chi sorriderà più e chi meno. Nella seconda categoria potrebbe rientrarci il Milan, che di certo non sorride dal punto di vista economico (50 milioni di buco di bilancio), ma non la sua super donna, Barbara Berlusconi.Poco più di un anno fa stavamo qui a scrivere di come la lady rossonera avesse portato non poca carogna dalle parti di Milanello. Prima il litigio con Galliani, poi il tentativo di spodestarlo dalla società, infine la pace forzata raggiunta grazie a papà Silvio. Oggi, invece, ad un anno di distanza, non potremmo far altro che osannare il suo lavoro. “Le donne con il calcio non devono avere niente a che fare” sentenziava qualcuno. Barbara non ha perso tempo e la sua risposta è stata decisa e rapida, con tanto di lavoro e professionalità. Come a dire “E chi lo dice?”.Casa Milan è un’invenzione tutta delle sue meningi. Un capolavoro nato con l’intermediazione dell’architetto Fabio Novembre, che ha portato già milioni di incassi. Da quando gli è stato assegnato il compito di amministratore delegato con funzioni commerciali, nel cda di dicembre 2013, gli introiti sono aumentati a vista d’occhio. Gli sponsor anche. L’ultimo tra tutti? Il nuovo accordo di sponsorizzazione con Fly emirates, che frutterà circa 80 milioni di euro in 5 anni. E ora anche il rapporto con Galliani sembra essere tornato idilliaco.Resta, comunque, chi ancora mugugna: “La sua non è bravura, ma solo fortuna”. Bravura o non, per il momento, il suo lavoro resta incriticabile. Anzi, non ha nessuna voglia di fermarsi qui. Casa Milan e i nuovi sponsor sono soltanto un punto di partenza, lo stadio di proprietà il prossimo step, ma non quello finale. Insomma, tornando al dunque, un anno da incorniciare anche per la donna di casa Milan.Ora sotto con nuovi progetti e idee fresche. Il futuro rossonero è tutto nelle sue mani. Il buon vecchio Adriano e papà Silvio sono oramai sull’orlo del tramonto. Ma non il Milan, che per la famiglia Berlusconi rimane un gioiello di famiglia. E’, comunque, ancora presto per pensare al futuro più prossimo. Per ora, occhio attento solo al nuovo anno. Buon 2015, cara Barbara.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy