IL 2013 DI ROBINHO – IL “FANTASMA” DI MILANELLO

IL 2013 DI ROBINHO – IL “FANTASMA” DI MILANELLO

Fonte: www.corriere.it
Fonte: www.corriere.it
IL 2013 DI ROBINHO IN CIFRE: Serie A: 24 presenze – 2 golChampions league: 6 presenze – 1 golCoppa Italia: nessuna presenzaIL 2013 DI ROBINHO – Nelle poche volte del 2013 in cui è stato schierato in campo non è mai stato in grado di fare quella differenza che un giocatore del suo spessore dovrebbe offrire. A 29 anni compiuti, il brasiliano sembra già all’orlo di un tramonto. La sua inconstanza è proprio una prova che forse l’ora di Robinho in rossonero è terminata. In estate il Santos aveva provato a riportarlo in Brasile, senza però riuscire a trovare l’intesa con Galliani. Dunque “o Rei de la pedalada” come viene soprannominato in patria, è dovuto restare contro la sua volontà a Milanello, dove non riesce più ad offrire sprazzi di grande calcio.IL “FANTASMA” DI MILANELLO –  E’ stato quasi come un fantasma in questo 2013. Poche, pochissime volte il brasiliano è stato in grado di prendere in mano la squadra. Da un giocatore internazionale ed esperto come lui la società si aspettava forse qualcosa di più, soprattutto dopo la ricostruzione attuata nel 2012. Niente da fare. Robinho ha continuato la sua carriera rossonera in un progressivo calando. Il suo esordio nel 2013 arriva nella partita pareggiata 0-0 contro la Sampdoria del 13 Gennaio. Da li in poi, si sono susseguite diverse tribune e molte panchine per il brasiliano, che non ha mai segnato da gennaio fino alla fine della stagione. Come detto in precedenza, in estate il fantasista è stato ad un passo dal ritorno  al Santos, poi saltato a causa del mancato accordo tra le due società.Nella nuova stagione 2013/2014, la dirigenza rossonera ha comunque continuato a puntare forte sul brasiliano, grazie soprattutto alla fiducia di Galliani. Nell’inizio di campionato l’attaccante ha offerto buone prestazioni, siglando due reti in serie A e l’importantissimo gol nel pareggio contro il Barca. Sfortunatamente per lui però, nel match di champions contro il Celtic, ha riportato un infortunio alla spalla che lo vedrà rientrare solamente a gennaio.PROSPETTIVE – Nel mercato invernale non dovrebbe partire, ma attenzione sempre al Santos che potrebbe rifarsi vivo da un momento all’altro. Il club brasiliano sono già due anni che ci prova, e chissà che non possa riuscire a riportare Robinho in patria nel mercato invernale 2014. Nel caso in cui dovesse restare in rossonero comunque, tifosi e società si aspetteranno molto di più da lui. “O Rei de la pedalada” dovrà dimostrare di meritarsi ancora la maglia del Milan, smentendo le voci che lo danno per finito. Con l’arrivo prossimo di Honda, trovare un posto da titolare non sarà facile, ma se il brasiliano inizierà ad offrire prestazioni all’altezza allora l’obiettivo non sarà più utopistico. Il compito finale spetta a lui. Con impegno e determinazione ritornare ai massimi livelli non sarà poi cosi difficile…GIUDIZIO COMPLESSIVO: BOCCIATO. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy