IBRA E IL TRASFERIMENTO A SORPRESA: ZLATAN A COSA PENSI?

IBRA E IL TRASFERIMENTO A SORPRESA: ZLATAN A COSA PENSI?

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic, attaccante del PSG (Fonte: www.laroma24.it)
Ogni giorno una nuova. Di questi tempi soprattutto. Zlatan Ibrahimovic ha mal di mancia, ma uno di quei dolori un po’ così, che ti portano a parlare tanto e a dire tutto e il contrario di tutto.Ma Zlatan lo conosciamo, dice quel che pensa e per questo può piacere o meno. C’è chi lo ama e chi lo odia, certo nessuno ne rimane indifferente. Quello che sorprende di più e la sua quasi innaturale loquacità di questo periodo. Ogni giorno una dichiarazione, ogni giorno una novità che continua ad alimentare il tormentone di quest’estate calcistica, cioè la partenza di Ibra dalla Francia.Raiola, il super procuratore, svicola e dice: “Ibra via da Parigi? Chiedete a lui”, ma è quasi palese che la ragnatela sta pian piano formandosi fino a quando la squadra prescelta verrà catturata e non lasciata più.La decisione è stata presa da tempo, sin dal giorno della famosa chiamata: “Zlatan, vuoi tornare?” e della risposta: “Si, ma vedetevela con il Psg”. Ibra non vuole esporsi più di quel tanto, alternando dichiarazioni di facciata dallo stile “Sono felice qui, siamo forti, mi trovo benissimo”, ad altre tipo “La mia prossima squadra? Sarà una sorpresa!”.Beh, allora dipende dai punti di vista. Con Zlatan le provocazioni e le sorprese sono all’ordine del giorno, quindi ogni decisione potrebbe essere inaspettata. Il Milan lo cerca, lo vuole ed  è pronto a dargli il ruolo da leader che in Francia sta pian pian perdendo. Ed un ritorno, cosa mai successa nella sua carriera, sarebbe già una sorpresa, lui che non è proprio famoso per affezionarsi ad una squadra.Molti vedono nelle sue ultime parole un possibile approdo nella nuova Mls, che tanto va di moda tra i giocatori a fine carriera e non, soprattutto per i lauti guadagni proposti. Altri pensano che possa essere l’uomo giusto per la Roma, capace di offrirgli anche la Champions. Cosa che, però, storicamente non interessi più di quel tanto al bomber svedese.Ibra vuole giocare dove è una star, dove può rendere al meglio senza dover per forza dimostrare di dover spaccare il mondo ogni giorno. E poi la famiglia, che a Milano è stata alla grande.Dopo la Supercoppa francese sapremo, dal 4 agosto in poi potrà succedere di tutto. Unico particolare: Ibra tre anni fa non voleva lasciare il Milan, caso unico, anche questo, della sua carriera. Lui vuole tornare, e se si mette in mente una cosa….

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy