GULLIT SUL MILAN: “SI DEVE RIPARTIRE DAI GIOVANI E DALLO STADIO DI PROPRIETA’”

GULLIT SUL MILAN: “SI DEVE RIPARTIRE DAI GIOVANI E DALLO STADIO DI PROPRIETA’”

Gullit e Maradona (fonte foto: www.flickr.com)
Gullit e Maradona (fonte foto: www.flickr.com)
“L’ingresso di soci nel Milan potrebbe essere una cosa positiva. In fondo, perché scandalizzarsi? Guardate l’Inghilterra: tante squadre sono in mano a stranieri. Credo comunque che Berlusconi, alla fine, si terrà la maggioranza. Il futuro del Milan? Sta trovando una nuova strada, è nella direzione giusta. Tornerà al top, vedrete. I due pilastri da cui ripartire sono il vivaio, ora affidato a Filippo Galli, e lo stadio di proprietà”, queste le parole di Ruud Gullit, giocatore che fece sognare il Milan negli anni 80 e 90. In una lunga intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, l’olandese ha parlato dei rossoneri e di una probabile cessione da parte della famiglia Berlusconi. Non solo. Spazio anche al nuovo stadio e a San Siro, che Gullit considera ormai vecchio: “Poi spesso è mezzo vuoto. È anche una questione di soldi: il Milan sta spendendo tanto di affitto e non ha niente in mano”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy