GAZZETTA- TORRES, SIGNORE DEI DERBY: TOCCA ALLO SPECIALISTA

GAZZETTA- TORRES, SIGNORE DEI DERBY: TOCCA ALLO SPECIALISTA

Fernando Torres, soltanto un gol finora in maglia rossonera (fonte foto: www.ispn24.com)
Fernando Torres, soltanto un gol finora in maglia rossonera (fonte foto: www.ispn24.com)
Fernando Torres è un vero specialista dei derby, e la notizia farà piacere a molti tifosi. Come riporta oggi la Gazzetta dello Sport, il Nino ha segnato per 10 reti nelle stracittadine disputate con le maglie di Atletico Madrid, Liverpool e Chelsea. Ora spera di timbrare il cartellino del prossimo 23 novembre.Si parte dal 24 febbraio 2007: quella volta Atletico-Real finì 1-1, a Torres rispose Higuain. Se a Madrid ci vollero 5 anni per vederlo segnare nel derby, con la maglia del Liverpool il gol arrivò al primo colpo. Contro l’Everton, infatti, segnò il primo anno e, come sottolinea la rosea, passò la verifica ad Anfield (1-0 e gol decisivo nello scontro del 30 marzo 2008), e poi quella nello stadio dell’Everton, sei mesi più tardi (27 settembre 2008). Qui addirittura a pieni voti, con giudizi entusiastici per la doppietta realizzata in tre minuti che sigillò la vittoria.Ma è con il Chelsea che il Nino dà il meglio di sè nelle stracittadine. Fernando aveva appena varcato il confine della «city»- si legge sulla Gazzetta dello Sport-, che subito colpì e sconfisse i rivali del West Ham: 23 aprile 2011, Torres infila la propria firma in mezzo al 3-0 finale. Poi fu il tempo dell’impresa, e la data va cerchiata: 29 aprile 2012, nell’arena di Stamford Bridge, avversario il Queens Park Rangers, l’attaccante ferì il nemico tre volte, con i gol del 3, 4 e poi 5-0 . La tripletta è un evento che con il Chelsea non si è mai più verificato. Se West Ham e Queens Park Rangers sono considerati avversari più poveri, ecco che Fernando colpì anche il nobile stemma dell’Arsenal, altra ricorrenza da memorizzare. Il 29 settembre 2012 all’Emirates si sfidano Arsenal e Chelsea e alla vittoria dei suoi contribuisce anche il Niño, con il gol dello 0-1 (poi 1-2 definitivo): il portiere era l’italiano Vito Mannone, nato a Desio, provincia di Monza e Brianza, due passi da Milano… Il massimo dei voti, dieci, arrivò nella prova contro il Crystal Palace, 14 dicembre 2013 (vantaggio nel 2 a 1 finale).Ultimo dato da sottolineare: grazie a questi 10 gol, con Torres in campo, arrivarono solo punti per le rispettive squadre. Per Inzaghi sarà difficile lasciare fuori uno specialista del suo calibro.  

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy