GAZZETTA – NESTA: “SE LO ZOCCOLO DURO E’ COMPOSTO DA BONERA, ABATE E MONTOLIVO…”

GAZZETTA – NESTA: “SE LO ZOCCOLO DURO E’ COMPOSTO DA BONERA, ABATE E MONTOLIVO…”

Commenta per primo!

Alessandro Nesta (fonte foto www.milanotoday.it)
Alessandro Nesta (fonte foto www.milanotoday.it)
Alessandro Nesta, grande ex difensore rossonero, ha iniziato ieri la sua avventura in India, alla corte di Materazzi, con la maglia del Chennaiyin. Contro si è trovato Del Piero, in una sfida terminata 2 a 2 che ha visto siglare il suo primo gol proprio l’ex juventino. Oggi Nesta ha rilasciato un’intervista a “la Gazzetta dello Sport” nella quale affronta il tema Milan: “Prima i club italiani facevano il mercato con 100 milioni di euro, oggi, forse, con 5. Quella disponibilità, ora, appartiene ad altri e noi siamo tagliati fuori, senza nemmeno competere. Se manca uno zoccolo duro al Milan? Quei giocatori hanno anche dei costi. Non ti puoi permettere più quel tipo di spesa, neppure una via di mezzo. Magari avrei tenuti Ambrosini un anno in più, per trasmettere lo stile Milan, che è qualcosa che non si spiega, ma si trasmette. Poi, ci sono altre storie: io potevo restare, ma non mi sentivo più competitivo per andare a marcare Messi in giro per il mondo. E poi sono arrivate anche le cessioni di Thiago e Ibra. Ma si entra, poi, in un problema italiano e non solo del Milan. Lo zoccolo duro di oggi è Abate, Bonera e Montolivo, che sono bravissimi giocatori e ragazzi serissimi ma…noi avevamo Maldini. Paolo deve rientrare nel calcio, da qualsiasi porta. Poi c’erano Costacurta, Gattuso e Sheva: gente che giocava bene sempre. E gli altri facevano di tutto per seguirli”. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy