GAZZETTA- MILAN, RITMO DA SALVEZZA. ADDIO ALL’EUROPA

GAZZETTA- MILAN, RITMO DA SALVEZZA. ADDIO ALL’EUROPA

gazzetta.it
gazzetta.it
Altro che continuità di risultati: Inzaghi l’ha trovata, ma in senso negativo. A Verona arriva un altro pareggio in un match davvero brutto. Il bilancio del 2015 recita: due vittorie (contro le ultime due), tre pareggi e ben quattro sconfitte. Il passo è quello di chi deve guadagnare la salvezza a fine anno, altro che Europa.Questo Milan ha l’encefalogramma piatto-scrive la Gazzetta dello Sport- e la velocità di un bradipo. Poche idee, poco ritmo, un paio di isolate vampate. E stop. Inzaghi aveva promesso lo sprint in queste due gare con le veronesi (alla prossima c’è l’Hellas), invece ha fatto segnare un’altra partenza falsa. Siamo ancora in pieno work in progress. Peccato che ormai tempo e occasioni per rimontare stiano scivolando via.Analizzando il match, il Milan è apparso senza identità e senza idee. Il Chievo ha subito bloccato le fasce, soprattutto quella di Antonelli, pericolo numero 1. La manovra per vie centrali è stata lenta ed artificiosa:poco movimento delle punte, non abbastanza qualità da Montolivo e De Jong. A salvarsi è il solito Bonaventura. Milan ancora non abbastanza maturo quindi per l’Europa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy