GAZZETTA – MENEZ, IL LEADER UN PO’ FOLLE DEL MILAN

GAZZETTA – MENEZ, IL LEADER UN PO’ FOLLE DEL MILAN

Commenta per primo!

Jeremy Menez (fonte foto: www.tf1.fr)
Jeremy Menez (fonte foto: www.tf1.fr)
Jeremy Menez domenica tornerà a Roma da avversario, quella Roma che lo ha portato in Italia facendolo conoscere a tutta la Serie A. Arrivò in giallorosso a 21 anni, dal Monaco, come promessa del calcio francese. Carattere non facile, bizzoso, non si ambienta subito, ma regala comunque magie con una certa incostanza. Arriva da centravanti, ma lo vedono più come esterno. Pradé lo paga 11 milioni di euro, lo scorso anno ha provato a portarlo alla Fiorentina. Nel 2011 arriva Luis Enrique, il feeling non scatta, ma scatta la cessione: 9 milioni di euro ed è del PSG. Poi la storia è nota: scadenza di contratto e maglia del Milan, a cui fece due gol, dei sette totali, con la maglia giallorossa.Ora è già a quota 8, gliene mancano giusto un paio per arrivare a 10 e toccare la doppia cifra per la prima volta in carriera. Inoltre, il suo rendimento in rossonero è più che positivo. Non solo per via dei gol, è il primo dei rossoneri per tiri in porta, per dribbling e per passaggi nella trequarti. Esulta mostrando il numero 7: il suo numero di maglia, il giorno in cui è nato (7 maggio), il giorno in cui è nata sua figlia (7 novembre). Come scrive “la Gazzetta dello Sport” in edicola oggi, spera di mostrarlo anche nella città dei “7 Re”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy