GAZZETTA – GALLIANI: “SONO IN GRANDE SINTONIA CON BERLUSCONI. EL SHAARAWY? E’ VOLUTO PARTIRE LUI”

GAZZETTA – GALLIANI: “SONO IN GRANDE SINTONIA CON BERLUSCONI. EL SHAARAWY? E’ VOLUTO PARTIRE LUI”

Adriano Galliani
Adriano Galliani (fonte foto: www.sportcafe24.com)
“Partiamo dall’inizio. Nella cena ad Arcore con il presidente e Mihajlovic viene scelto di comune accordo il modulo: 4-3-1-2, quello della storia del Milan da Sacchi (che come trequartista aveva Donadoni) in poi. Così abbiamo scelto di avere due punte d’area – e Bacca e Luiz Adriano giocheranno insieme -, di spostare Menez sulla trequarti e di provare El Shaarawy alla Di Maria. Stephan era d’accordo a fare la mezzala sinistra, poi è arrivata l’offerta del Monaco e ha preferito andare. Adesso abbiamo quattro punte centrali (Matri e Niang non sono sul mercato), tre trequartisti (Menez, Honda, Suso) e Cerci che verrà utile in caso di cambio di modulo durante le partite”, parla così Adriano Galliani ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, senza peli sulla lingua.Nella sua lunga intervista rilasciata alla rosea, ha parlato anche del suo rapporto con il patron Silvio Berlusconi: “Col presidente ho un rapporto antecedente al calcio che risale al primo novembre 1979. Da quel giorno siamo sempre stati in sintonia. Quante volte in disaccordo con lui? Ci parliamo moltissimo, da sempre. E alla fine di questi confronti ci troviamo d’accordo. Il presidente è democratico, non fa valere il suo ruolo, ma cerca di convincermi con il ragionamento. La scelta che ho difeso di più davanti a lui? La conferma di Allegri nell’estate del 2013. Poi lui venne esonerato a gennaio, perché stavamo andando molto male in campionato. Ma avevamo superato il girone di champions come sempre in questo secolo. I difetti del presidente? Tutti li abbiamo… Ma credo che lui ne abbia qualcuno in meno degli altri. Ed è infinitamente migliore di come viene descritto dalla stampa e da chi non lo conosce”. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy