GATTUSO: “MILAN, LA COLPA E’ DI CHI RAPPRESENTA IL CLUB. INZAGHI? MERITA FIDUCIA. I GIOCATORI DEVONO SUDARE PER LA MAGLIA”

GATTUSO: “MILAN, LA COLPA E’ DI CHI RAPPRESENTA IL CLUB. INZAGHI? MERITA FIDUCIA. I GIOCATORI DEVONO SUDARE PER LA MAGLIA”

Commenta per primo!

Gennaro Gattuso, ex tecnico dell'Ofi Creta (fonte foto lapresse.it)
Gennaro Gattuso, ex tecnico dell’Ofi Creta (fonte foto lapresse.it)
Gennaro Gattuso ha lasciato una lunga intervista all’edizione odierna di “Tuttosport”. L’ex numero 8 rossonero ha parlato di tante cose, toccando ovviamente l’argomento Milan, che non sta passando un bel momento: “Ci può stare un momento negativo, ricordiamo che negli ultimi 25 anni il Milan è sempre stato al top del calcio europeo. Ma vederlo così mi fa male. Quando si vince, il merito è di tutti. Uguale quando si perde. Il colpevole non è Pippo o Galliani. E’ chi rappresenta il club. Bisogna essere obiettivi e farsi un esame di coscienza. Quando c’ero io le decisioni le prendeva una, massimo due persone. Ora ci sono più teste e sia i calciatori sia l’ambiente questo lo sente”.Su Inzaghi: “Se ti offrono subito una panchina importante, è difficile rifiutare. Successe anche a me a Palermo. Merita ancora fiducia, i ragazzi scendono in campo per lui e si vede. Ma Ferguson lasciamolo stare, era un calcio diverso”.Sull’ultimo arrivato, Destro: “Non ho mai visto un singolo giocatore arrivare e risolvere tutto. Solo Maradona era così. In questo momento è la squadra che deve fare il salto di qualità. Ha buoni giocatori, ma non basta: serve il fuoco dentro, sudare per la maglia”. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy